Sacrificio milionario e distanze abbattute, Mancini si libera dallo Zenit: l’Italia ha finalmente il suo nuovo ct

Mancini LaPresse/Spada

Roberto Mancini si è liberato dal contratto con lo Zenit, rinunciando a quasi tredici milioni di euro per i prossimi due anni: adesso è attesa la firma sul contratto che lo renderà il nuovo ct dell’Italia

LaPresse/Jennifer Lorenzini

L’Italia si prepara ad accogliere il suo nuovo commissario tecnico, sarà Roberto Mancini il successore di Gigi Di Biagio che ha guidato nelle ultime settimane la Nazionale dopo l’esonero di Ventura. Mancava solo l’ultimo ostacolo da superare, la risoluzione del contratto con lo Zenit San Pietroburgo, giunto finalmente ieri sera dopo una lunga trattativa. L’ex allenatore dell’Inter ha rinunciato a due anni e mezzo di contratto per un totale di circa 13 milioni di euro, andando a guadagnarne due per due stagioni con il nuovo incarico. La nuova Italia di Mancini si ritroverà a Coverciano il prossimo 22 maggio, quando gli azzurri inizieranno a preparare il lungo ciclo di amichevoli che porterà la Nazionale a sfidare l’Arabia Saudita (28/5, San Gallo), la Francia (1° giugno, Nizza) e l’Olanda (4 giugno, Torino).



FotoGallery