Lombardia: Monti (Lega), autonomia è ora del tutto e subito

Milano, 15 mag. (AdnKronos) – “Spesso si è sentito dire ‘piuttosto che niente è meglio piuttosto’, ma io credo sia arrivato il momento di dimostrare la forza e il vigore della politica lombarda. Non è il tempo dei ‘piuttosto’ o peggio ancora dei ‘niente’, è il momento invece del ‘tutto e subito’ per i lombardi. Questo è quello che chiedono i cittadini e stavolta Roma dovrà farsene una ragione”. Lo ha detto il consigliere leghista Andrea Monti, intervenendo al dibattito che si è tenuta stamane al Pirellone sull’autonomia regionale.
“Il documento di oggi – spiega Monti – rappresenta un punto importante nel percorso iniziato con il referendum del 22 di ottobre. Una consultazione che, purtroppo, non ci ha visto tutti dalla stessa parte, con un Pd che ha affrontato un tema così importante in modo scoordinato, ambiguo e spesso ostile. Un dato che certamente non è passato inosservato agli occhi degli elettori Lombardi, che il 4 di marzo hanno punito chi non ha voluto fare i loro interessi”. L’accordo preliminare sottoscritto a fine febbraio “ha certamente il merito di aver aperto la strada sul come concretizzare l’attuazione del 116 della Costituzione”.
“Detto ciò – aggiunge – quel documento presenta comunque una grossa criticità: cinque materie sono troppo poche ed è per questo motivo che salutiamo con favore l’ordine del giorno odierno, dove si chiede di riaprire i termini della trattativa su tutte le 23 materie”. E questo “perché l’autonomia non può essere concepita come una concessione benevola da parte di quel ‘tiranno centralista’ che è lo Stato, ma solo e unicamente come un diritto, quello di rivendicare la gestione dei propri soldi e la possibilità di autogovernarsi”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery