Scintille Cassano-Stramaccioni, botta e risposta furioso tra i due: “fu giusto con lui alzare le mani”

Simone Spada - LaPresse

Botta e risposta carico di veleno tra Cassano e Stramaccioni, Fantantonio attacca e l’ex allenatore dell’Inter non le manda a dire

Un botta e risposta furioso, scatenato da Antonio Cassano e alimentato da Andrea Stramaccioni. I due sono stati protagonisti in passato di una brutta vicenda, accaduta durante la stagione condivisa all’Inter, nel corso della quale sono arrivati addirittura alle mani dopo un diverbio esploso in allenamento.

Lapresse

Sulla questione è tornato a parlare lo stesso Cassano a Sky Sport, non compiendo alcun passo indietro: “Stramaccioni non è stata una persona onesta, leale, ti diceva una cosa davanti e tante altre dietro. Raramente sono arrivato alle mani con qualcuno ma con lui fu giusto alzarle. Era una persona che non mi piaceva e continua a non piacermi, e non mi piacerà mai. Perché se una persona nasce quadrata non può morire tonda. Fu la peggior persona mai incontrata nel mondo del calcio, ne ho incontrate tante, ma lui…“. La risposta di Stramaccioni non si è fatta attendere: “non è giusto che la verità venga stravolta. A quella lite assistettero diverse persone. Venni a sapere che Cassano teneva dei comizi con alcuni giocatori e membri dello staff, convinto che io lo avrei mandato via a fine stagione. Spingeva per l’avvento di Mazzarri, che poi fu quello che lo scaricò. Il giorno dopo che seppi tutto, fermai Cassano al termine dell’allenamento. Lui negò tutto da falso qual è, gli risposi che non valeva nulla come persona dal momento che io lo avevo voluto all’Inter. Poi la cosa degenerò“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery