Internazionali d’Italia – Nadal fa la danza della pioggia e batte Zverev: Rafa re di Roma, torna numero 1

Nadal Nishikori Montecarlo LaPresse / AFP PHOTO / Yann COATSALIOU

Rafa Nadal batte Alexander Zverev e si laurea campione degli Internazionali d’Italia per l’8ª volta in carriera: lo spagnolo soffre, poi la pioggia gli dà una mano per vincere il terzo set

Dopo la vittoria di Elina Svitolina nella finale femminile, lo spettacolo degli Internazionali d’Italia 2018 si conclude con la finale maschile che mette di fronte Alexander Zverev e Rafa Nadal. Un ultimo atto accattivante con il talentino tedesco, campione uscente dopo la vittoria su Djokovic nella finale 2017, che affronta il King of Clay, il Re della terra rossa. Nadal tiene fede al suo nome e parte forte: dopo aver perso il primo turno di battuta non sbaglia più nulla per tutto il primo set, rifilando un netto 6-1 all’avversario. Il match sembra incanalarsi sui binari di Rafa, ma la gara cambia come cambia il tempo. Dal clima estivo iniziale si passa ad un cielo cupo e qualche goccia di pioggia, Rafa toglie il piede dall’acceleratore e viene fuori l’impeto di Zverev: 1-6 per il tedesco nel secondo set che sembra in totale controllo del match. Il terzo set è quello decisivo, Nadal fa trasparire un po’ di nervosismo, Zverev brekka lo spagnolo al primo game e si porta avanti sul 2-3, poi il meteo decide di arrivare in aiuto di Rafa: scende il diluvio sul Foro Italico, quasi 50 minuti di pausa forzata. La pioggia resetta tutto, si torna in campo con un’inerzia diversa, che inevitabilmente fa rima con Nadal. Il maiorchino torna in campo come nuovo, Zverev appare scarico dopo il lungo stop: da 1-3 si passa al 6-3 grazie ai break del sesto e dell’ottavo game. Nadal si conferma un cannibale e si laurea campione degli Internazionali d’Italia per l’ottava volta in carriera, sfatando un piccolo tabù che non lo vedeva vincente dal 2013. Grazie al successo in finale, Nadal scavalca nuovamente Federer e torna numero 1 al mondo.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery