Infortuni: il vescovo Padova, lavoro dovrebbe essere sicuro, libero e solidale (2)

(AdnKronos) – “Proprio nei giorni scorsi, durante la Veglia diocesana per il lavoro, abbiamo ricordato i lavoratori che dall’inizio dell’anno in Italia sono rimasti vittima di gravi incidenti sul lavoro (194) e le persone che hanno perso la vita (91) – ricorda – Questi registri di numeri non dovrebbero esserci, anche se sappiamo che spesso la fatalità e l’imprevisto sono in agguato. Preghiamo perché il lavoro sia per tutti sicuro, sia libero e creativo, partecipativo e solidale. Preghiamo perché la sicurezza sia sempre una priorità nelle nostre realtà lavorative, perché l’attenzione reciproca possa aiutare i lavoratori a custodire la propria incolumità, perché le aziende siano vigili”.
“Maggio è per la Chiesa un mese di particolare devozione a Maria e nelle nostre comunità è consuetudine recitare il rosario, invito allora tutte le nostre comunità a unirsi a me durante il ‘rosario” in corale preghiera mariana, domani martedì 15 maggio, in particolare per ricordare questi lavoratori delle Acciaierie Venete e le loro famiglie, ma anche il mondo del lavoro nel suo insieme. Affidiamo il nostro lavoro all’intercessione di Maria”, conclude.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery