Imprese: Fondazione di Venezia, rating elemento imprescindibile per accesso al credito (3)

(AdnKronos) – (Adnkronos) – Il Veneto, grazie agli investimenti produttivi, alla forte vocazione all’export e alla ripresa del settore turistico potrebbe dunque riprendere il ruolo di motore dell’economia nazionale, già ricoperto in passato. Nell’analisi del quadro economico sono stati analizzati anche i bilanci dell’intera popolazione di 6.822 imprese venete che hanno avuto Ricavi delle Vendite superiore per almeno un anno a 7.000.000 di euro, suddivise in 5532 Attive, avendo superato la crisi e 1290 Non Attive, cioè imprese che dal 2007 hanno chiuso l’attività. Analogamente l’analisi ha preso in considerazione i bilanci dell’intera popolazione delle 111 banche venete, di cui 85 Attive e 26 Non Attive. L’obiettivo dell’indagine è di avere un quadro preciso della situazione seguendo l’andamento degli indicatori più rilevanti.
La misurazione dei rendiconti ha evidenziato che le imprese con elevato livello di indebitamento, capitali con un basso indice di rotazione, scarse redditività del capitale investito e del patrimonio netto sono quelle che non sono riuscite a resistere alla crisi, mentre, le aziende con un basso livello di indebitamento sono riuscite a rimanere sul mercato, ma è auspicabile una ripresa degli investimenti, al fine di recuperare la redditività, assieme ad un maggior accesso al credito, dato che i parametri esaminati segnalano un buon recupero.
Per quel che riguarda le banche risultate Non Attive la ricerca evidenzia le seguenti criticità: investimenti con alti rendimenti ma molto rischiosi, bassa redditività per addetto e sbilanciamento nell’utilizzo delle risorse umane. Soprattutto in una prima fase della crisi economico finanziaria il credito è stato concesso in abbondanza anche a imprese non meritevoli e gli istituti che hanno manifestato difficoltà erano in tensione di liquidità corrente già da tempo. All’uscita dalla crisi permane l’effetto della restrizione del credito anche per le imprese Attive, nonostante abbiano recuperato i valori degli indicatori di bilancio a livello pre-crisi.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery