Ilva: Calenda, brucia 30 mln cassa/mese, non ho lasciato io tavolo

Roma, 11 mag. (AdnKronos) – “Ho pubblicato per intero l’accordo, l’ho promosso e invito tutti a leggerlo. Perché voglio che gli operai siano coscienti di quello a cui hanno rinunciato”. Ad affermarlo è Carlo Calenda, il ministro dello Sviluppo economico, commentando così la chiusura delle trattative sull’Ilva a 24Mattino di Luca Telese e Oscar Giannino su Radio 24.
“Ilva – rileva- brucia 30 milioni di cassa al mese e come al solito, come è successo con Alitalia, questo dato è un dato che i sindacati tendono totalmente a ignorare”, continua il Ministro dello Sviluppo economico. “Sono soldi dei cittadini italiani e, quindi, io devo renderne conto e cercare di sprecarne il meno possibile”.
I soldi nella cassa dell’Ilva bastano soltanto per arrivare fino a luglio? gli chiede Luca Telese di Radio 24. “Sì, è così. Noi abbiamo già dato 900 milioni come cittadini italiani all’Ilva per tenerla in piedi. Questi soldi finiscono alla fine di giugno e bisogna chiudere questa vicenda. Dopo 32 incontri tra azienda e sindacati che non hanno cavato un ragno dal buco, quello che ho provato a fare ieri è proporre di mettere garanzie per tutti, addirittura garanzie di posto fisso a tempo indeterminato per tutti, ma chiudiamo quest’accordo perché altrimenti perdiamo un asset fondamentale del Paese”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery