Governo: Uilt, serve riforma complessiva fino a ministero mare

Roma, 11 mag. (AdnKronos) – ‘Il settore dei marittimi italiani ha bisogno di un ragionamento che abbracci tutti i problemi ancora irrisolti, a partire dalla formazione, dalla riforma del collocamento, dalla sburocratizzazione delle procedure, dal lavoro usurante, arrivando fino alla costituzione di un dicastero della Marina Mercantile”. A chiederlo è la Uiltrasporti, con il segretario generale Claudio Tarlazzi e il segretario nazionale Paolo Fantappiè.
“Invitiamo, pertanto, le forze politiche interessate a confrontarsi con tutti gli attori che operano nel settore, a partire dal sindacato – dicono i segretari della Uiltrasporti – perché solo così si potrà raggiungere un progetto di riforma complessivo, favorendo a bordo delle navi nuova occupazione italiana e tutelando quella già in essere”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery