Governo: Gallotto (Reti), M5S-Lega? prova più difficile sarà gestione potere

Milano, 11 mag. (AdnKronos) – Nelle more della trattativa in corso tra Matteo Salvini e Luigi di Maio per dare vita a un governo a insegna Lega – M5S, che si basi su un “contratto” con punti programmatici che vedano la convergenza delle forze politiche in campo, risulta ogni ora più chiaro che la complicazione vera sarà dare poi corso alla istituzionalizzazione di queste forze. E alla loro capacità effettiva di gestire. Lo spiega all’Adnkronos, Giusi Gallotto, Ceo di Reti,’società di lobbying e public affairs, secondo la quale su quel che accadrà “è difficile fare previsioni. In queste ore stiamo assistendo alla stesura di un cosiddetto ‘contratto di governo’: Lega e M5S stanno definendo punti di convergenza programmatici, un accordo di coalizione che verrà sottoposto alla fiducia del Parlamento”.
“La fase più complicata – sottolinea – non sarà questa, ma il processo di istituzionalizzazione di queste forze. La prova più difficile sarà governare, sarà la gestione quotidiana delle politiche e del potere. Sicuramente l’Italia ha bisogno di continuità di governo e di politiche, anche per affermare il suo ruolo a livello europeo” E questo è tanto più importante in quanto “sconta i continui cambi e l’instabilità”.
Uno degli aspetti che andrà velocemente chiarito riguarda la sostenibilità economica delle misure che saranno adottate e sulla cui convergenza al momento esiste un embrione di accordo. “Le forze di governo, nella scelta delle politiche fiscali e di sostegno, dovranno individuare delle priorità e garantirne la sostenibilità economica. è necessario trovare un equilibrio tra essere ostaggio dell’austerity e promuovere misure espansive non sopportabili” sottolinea Gallotto..

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery