Golf, cresce l’attesa per il 75° Open d’Italia: tutto pronto per il secondo evento stagionale delle Rolex Series dell’European Tour

Foto Scaccini

Dal 31 maggio al 3 giugno sul percorso del Gardagolf Country Club di Soiano del Lago (BS), andrà in scena il secondo torneo stagionale delle Rolex Series dell’European Tour

Lo spettacolo del grande golf fa tappa in Italia. Dopo la presentazione ufficiale del 75° Open d’Italia, ospitata nella sala conferenze al 39° piano di Palazzo Lombardia, cresce sempre di più l’attesa per il secondo evento stagionale delle Rolex Series dell’European Tour che verrà disputato sul percorso del Gardagolf Country Club di Soiano del Lago (BS) dal 31 maggio al 3 giugno, preceduto mercoledì 30 maggio dalla Rolex Pro Am. Alla conferenza stampa, moderata dalla giornalista di Sky Federica Lodi, sono intervenuti: Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia; Martina Cambiaghi, Assessore allo Sport e Giovani Regione LombardiaFranco Chimenti, Vice presidente Vicario CONI e Presidente Federazione Italiana Golf; Gian Paolo Montali, Direttore Generale Progetto Ryder Cup 2022; Alessandro Rogato, Presidente Comitato Organizzatore Open d’Italia e Direttore Tecnico Squadre Nazionali FIG; Luigi De Siervo, Amministratore Delegato Infront Italy.

L’Open d’Italia, evento principale del Progetto Ryder Cup 2022 della Federazione Italiana Golf, tornerà per la quarta volta consecutiva in Lombardia dopo le tre edizioni al Golf Club Milano, dove l’anno scorso è stato registrato il nuovo record di spettatori con 73.000 presenze in quattro giorni di gara. Per il Gardagolf Country Club sarà la terza edizione dopo quelle del 1997 e nel 2003. Il torneo, che quest’anno per la prima volta è stato inserito in calendario dopo il prestigioso BMW PGA Championship di Wentworth, farà nuovamente parte delle otto gare delle Rolex Series, gli eventi di assoluto livello mondiale nel calendario dell’European Tour. Per il secondo anno consecutivo la competizione metterà in palio sette milioni di dollari, montepremi che manterrà fino al 2027. Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022 e in collaborazione con Infront Sports & Media, Official Advisor della FIG, lo spettacolo, dentro e fuori dal campo, si preannuncia dunque davvero entusiasmante per la 75esima edizione della massima rassegna golfistica italiana.

LE DICHIARAZIONI

Attilio Fontana “Ospitare per la seconda volta consecutiva l’Open d’Italia è per me un grande onore. Dopo il grande successo riportato lo scorso anno sui green di Monza, sono certo che la straordinaria bellezza del Lago di Garda e il Country Club di Soiano sapranno affascinare non solo i partecipanti ma anche il pubblico che assisterà alla gara. Dal Belvedere di Palazzo Lombardia non è difficile ammirare la bellezza del paesaggio della nostra regione: in questi anni di governo intendiamo incrementare la nostra attrattività turistica con eventi come questo per avvicinare e conquistare una fascia di pubblico sempre più estesa e sempre più internazionale” ha proseguito il Presidente”. “Da appassionato di questo sport e da giocatore – ha concluso il presidente – non posso che esprimere il mio particolare apprezzamento alla Federazione Italiana Golf e al Comitato Organizzatore dell’Open d’Italia per aver scelto anche quest’anno la nostra Lombardia come sede di questo importantissimo evento mondiale”

Martina Cambiaghi: “Il ritorno sul territorio è tangibile grazie al turismo del golf: è un settore in salute e in questo momento la Lombardia è un punto di riferimento del golf italiano che registra flussi turistici importanti con oltre 25 mila le presenze annue di giocatori di cui l’80% stranieri. Il golf è un gioco straordinario e sbaglia chi lo considera, quasi in maniera snobistica, uno sport per pochi, ma soprattutto rappresenta uno degli strumenti più utili per valorizzare un territorio altrimenti destinato ad essere urbanizzato.

Faccio un “in bocca al lupo” agli organizzatori e soprattutto ai giocatori e non ho dubbi che la edizione 2018 sarà un grande successo”.

Franco Chimenti: “Il Progetto Ryder Cup 2022 prosegue a pieno ritmo con il secondo Open d’Italia da 7 milioni di dollari. Quest’anno abbiamo voluto metterci in gioco con una location nuova, pur restando per il quarto anno consecutivo in Lombardia che si conferma il cuore pulsante del golf italiano. E’ un piacere poter ringraziare di persona e a nome di tutto il Consiglio Federale il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana per aver rinnovato il supporto all’Open d’Italia, come avvenuto negli scorsi anni. Il golf italiano vive un momento di grande sviluppo e la prospettiva della Ryder Cup 2022 a Roma è il motore che darà impulso a una crescita di indotto per l’Italia. L’interesse degli sponsor nei nostri confronti è aumentato sensibilmente. Lo dimostrano i partner che, grazie al supporto di Infront, hanno scelto di affiancarci. Per alcuni si tratta di legami già consolidati da tempo, per altri potrebbe trattarsi dell’inizio di un lungo cammino e ci tengo a dar loro il nostro benvenuto”.

Gian Paolo Montali: “L’introduzione del biglietto a pagamento, consuetudine di ogni grande evento sportivo, farà da spartiacque per le future edizioni dell’Open d’Italia. Grazie alla collaborazione del nostro advisor Infront, siamo riusciti ad estendere l’ingresso gratuito ai tesserati FIG e agli under 16 e a garantire dei prezzi dei biglietti molto accessibili. Vogliamo rafforzare il messaggio del golf come sport per tutti e in quest’ottica siamo di fronte a una svolta importante grazie all’accordo con la Rai per la messa in onda degli spot dell’Open d’Italia sulle reti generaliste in avvicinamento al torneo, la sintesi giornaliera sui Rai Sport dei quattro giorni di gara e gli highlights di tutte le tappe del circuito Italian Pro Tour Banca Generali Private. Con Sky, che dedica sempre una programmazione di alto livello al golf, e l’ingresso della Rai, motivo di orgoglio per la FIG, possiamo garantire al golf una grande visibilità in Italia, procedendo così nella direzione che ci siamo prefissati per la realizzazione del Progetto Ryder Cup 2022”.

Alessandro Rogato: “Dal punto di vista tecnico, il field è di primo livello con 6 vincitori di major e 23 giocatori fra i top 100. Voglio citare Ian Poulter, perché è un giocatore che sa trasmettere grandi emozioni. Il tifo ovviamente sarà per i nostri azzurri con Francesco Molinari che proverà a diventare il primo italiani a vincere tre Open d’Italia, ma tutti i nostri giocatori hanno le qualità per un torneo da protagonisti. L’Open d’Italia sarà un evento con un ricco programma di attività di intrattenimento. Dal Family Open, dove i bambini giocheranno in sicurezza, all’Area Prova il Golf con i maestri della PGAI che offriranno gratuitamente lezioni individuali, tutto è stato pensato per vivere delle giornate all’insegna del divertimento. Ci sarà poi la zona GolfSuperAbili dedicata a tutte le persone con disabilità che vogliono scoprire il golf con il nostro staff tecnico federale. Il Villaggio Commerciale ogni giorno ospiterà appuntamenti speciali e la sera ci sarà la l’intrattenimento musicale con DJ SET a cura di RDS e concerti di grandi artisti”.

Luigi De Siervo: “La 75esima edizione dell’Open d’Italia rappresenta per Infront, Official Advisor della Federazione, l’archetipo nell’organizzazione di eventi sportivi in Italia – ha dichiarato Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Infront Italy – Alla luce dell’esperienza di successo della scorsa edizione, dove siamo entrati solo 90 giorni prima, questa volta siamo riusciti a dare un’impronta più decisa e a registrare, nei mesi di lavoro dedicati a quest’importante evento internazionale, un incremento del 25% degli sponsor, con l’ingresso di nuove e importanti categorie merceologiche, come telecomunicazioni con Wind, trasporti con Trenitalia, arredamento con Natuzzi e di tante altre aziende che credono sempre più nel progetto di diffusione del golf”.

 “Il nostro supporto alla manifestazione – ha continuato De Siervo – va però ben oltre la parte puramente commerciale e incide su tutta la parte di comunicazione e organizzazione dell’intrattenimento e degli eventi a contorno della manifestazione sportiva: dall’organizzazione di concerti, agli incontri con Talent e VIP, alla costruzione di visibilità della manifestazione in contenitori di lifestyle e costume. In quest’ottica è molto importante l’accordo che abbiamo concluso con Rai, che per la prima volta ha deciso di dare visibilità all’Open d’Italia e al golf in generale, trasmettendo sui propri canali sportivi un’ora al giorno di sintesi dell’intera manifestazione. Un segnale questo, che va ben oltre il dato tecnico: è chiaro ci sia un’attenzione sempre crescente al movimento golfistico e che Infront e la Federazione, stiano lavorando per dare visibilità al golf in nuovi ambienti, attraendo sempre più appassionati e facendo conoscere i valori di questo sport”.

I Partner – Il 75° Open d’Italia, che ha il patrocinio del CONI, grazie alla collaborazione di Infront, Official Advisor della FIG, ha l’apporto di un pool di qualificati partner: Regione Lombardia, European Tour/Race to Dubai, Main Sponsor: Rolex, BMW. Official Sponsor: Cashback World, Emirates, Fideuram, Hilton. Media Partner: Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale, RDS. Sponsor istituzionali: Istituto per il Credito Sportivo. Official Supplier: Deloitte, Frecciarossa, Kappa, Leaseplan, Natuzzi, San Benedetto, WindTre. Technical Supplier: Citra Vini, Follador, Gielle estintori, GSS, Segafredo, Technogym, Titleist. Charity Partner: Fondazione Tommasino Bacciotti e Banco Alimentare. Title Sponsor Pro Am: Rolex.



FotoGallery