Giro d’Italia – Pozzovivo carico dopo Prato Nevoso: “psicologicamente sono nella situazione ideale”

Foto Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

Pozzovivo pronto a difendere il suo terzo posto: nel finale del Giro d’Italia 101 un obiettivo in più, una vittoria di tappa

E’ Schachmann il vincitore della 18ª tappa del Giro d’Italia 101. Il corridore della Quick Step Floors ha tagliato per primo il traguardo di Prato Nevoso, ma lo spettacolo è stato alle sue spalle. In ritardo di diversi minuti dalla fuga, il gruppo maglia rosa ha regalato emozioni unico con l’attacco di Froome che Dumoulin e Pozzovivo non hanno fatto scappare. Non è riuscito a rispondere invece Simon Yates, che però è riuscito ancora a tenersi la maglia rosa, ma che adesso deve fare i conti con un Dumoulin carico e voglioso di accorciare ancora le distanze. L’olandese della Sunweb ha infatti portato il gap da 56” a 28”.

Segnali positivi da Domenico Pozzovivo che vuole difendere a tutti i costi il suo terzo posto e che ha risposto degnamente all’attacco di Froome, arrivando sul traguardo di Prato Nevoso appena davanti a Dumoulin e al britannico del Team Sky: “era una salita in cui guardare soprattutto Dumoulin e Froome, ero concentrato soprattutto su di loro. Psicologicamente sono nella situazione ideale, con un bel terzo posto da difendere e magari qualcosa in più da cercare: la fatica c’è come per gli altri, proverò a gestire le forze nei due tapponi che rimangono. A questo punto l’obiettivo più importante è il podio, ma una vittoria di tappa posso ancora cercarla e lo farò. Yates? La possibilità di una giornata no c’è per tutti, e domani ci aspetta una tappa da 4000 e più metri di dislivello: non è stato un bel segnale aver perso qualche secondo oggi, ma ancora non vuol dire niente”.



FotoGallery