Giro d’Italia – Giuseppe Martinelli scopre il punto debole di Yates: “ecco qual è”

giuseppe martinelli

Giuseppe Martinelli, storico DS dell’Astana, ha svelato il punto debole di Simon Yates, l’attuale maglia rosa del Giro d’Italia

Giuseppe Martinelli, DS dell’Astana, è uno dei pionieri del mondo del ciclismo italiano. Marco Pantani, Stefano Garzelli, Gilberto Simoni, Damiano Cunego e due volte con Vincenzo Nibali hanno vinto il Giro d’Italia con Martinelli in ammiraglia. La corsa in rosa del 2018 ha regalato grandi emozioni, soprattutto grazie a Simon Yates della Mitchelton Scott. La squadra australiana ha realizzato una grandissima prestazione sull’Etna e oggi nell’ottava tappa del Giro d’Italia il britannico potrebbe attaccare i big e incrementare i secondi di vantaggio in classifica generale. Martinelli alla ‘rosea’ ha analizzato le prestazioni realizzate da Simon Yates: “in questo momento il britannico è il più in condizione. Invece quasi tutti i suoi rivali non sanno neanche come stanno realmente. Da quello che si è visto nelle prime tappe, soprattutto giovedì sull’Etna, gestiscono, attendono. Yates invece ha la dinamite nelle gambe. Quando sul vulcano è scattato non ha risposto nessuno, perché nessuno aveva le gambe per farlo. Yates non ha sorpreso o anticipato i suoi rivali, è andato via di forza”.

Giuseppe Martinelli ha svelato il punto debole di Simon Yates:la crono e la gestione delle tante salite dell’ultima settimana. Perché questo è un Giro che si può perdere a crono, ma si vince in salita. Però ha la squadra più forte. Lui e Chaves possono attaccare a ripetizione”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery