Giro d’Italia – Dumoulin, il 2° posto e una possibile squalifica a Froome: “non mi piacerebbe vincere così”

dumoulin Foto Marco Alpozzi - LaPresse

Tom Dumoulin ammette che non sarebbe contento di vincere a tavolino nel caso in cui Chris Froome dovesse essere squalificato dal Giro d’Italia 101

Secondo classificato, Tom Dumoulin non è riuscito a ripetersi al Giro d’Italia dopo la vittoria dello scorso anno, nell’edizione del Centenario. L’olandese della Sunweb si è dovuto togliere il cappello davanti ad un eccellente Chris Froome, entrato nella storia per essere il primo britannico a trionfare in rosa e per aver raggiunto grandi campioni del ciclismo per aver conquistato almeno una vittoria in tutti i tre grandi giri. Dumoulin adesso pensa alle vacanze, durante le quali, non si sa mai, potrebbe arrivare qualche clamorosa notizia: “è il momento del riposo, delle vacanze. Dovevo andare in Sicilia ma forse cambio, per Parigi. Non lo so ancora. Vincere a tavolino? Spero di no. Non è certo il modo in cui mi piace vincere. Se Chris dovesse perdere questo Giro sarebbe davvero molto, molto negativo per il ciclismo. Ma, normalmente, non accadrà. Anche se fosse sospeso per quella non negatività alla Vuelta, la cosa non dovrebbe pregiudicare il Giro d’Italia“, ha dichiarato l’olandese della Sunweb alla ‘rosea’.

Sì, è stato pazzo. Ogni giorno interpretato come una classica. Siamo arrivati in tanti avendo consumato ogni possibile energia e non mi era mai capitato“, ha aggiunto Dumoulin prima di pensare al futuro e alla possibilità di gareggiare al Tour de France: “magari tra qualche giorno la penserò diversamente… Mi piacerebbe andarci, sì, perché ho concluso il Giro, ho 27 anni e vorrei vedere come si adatta il mio fisico, con un ruolo da stabilire. Quest’anno c’è una settimana in più tra Giro e Tour per recuperare. Ogni risultato sarebbe un bel bonus“.

 



FotoGallery