Giro d’Italia – Aru analizza la prossima asperità: il sardo è pronto a dare il massimo sulla salita di Campo Imperatore

Fabio Aru Massimo Paolone/LaPresse

Fabio Aru ha voglia di stupire i suoi tifosi e non vede l’ora di dire la sua sull’impegnativa salita di Campo Imperatore

Fabio Aru è pronto a dire la sua sulle prossime tappe del Giro d’Italia. Dopo la salita sull’Etna, il corridore dell’UAE Team Emirates ha voglia di portare a casa la maglia rosa e insieme ai suoi compagni proverà a dare il massimo.

fabio Aru

Massimo Paolone/LaPresse

Non sarà facile perché la Mitchelton Scott avrà delle strategie importanti da applicare sia oggi che domani per proteggere la maglia rosa indossata da Simon Yates. Fabio Aru ha esperienza da vendere e se le tattiche redatte in allenamento insieme ai manager della squadra verranno applicate nel modo giusto, il sardo potrebbe staccare i big sulle salite della tappa di oggi. Il corridore dell’UAE Team Emirates alla ‘rosea’ ha spiegato quali sono le sue prospettive per le prossime frazioni del Giro d’Italia:mi sto informando giorno per giorno su quello che ci aspetta. Oltre alla salita bisognerà considerare anche la lunghezza delle tappe, perché sono di 209 e 225 chilometri. Campo Imperatore lo conosco, Montevergine no, ma so che la salita è abbastanza veloce. Mi sento sempre meglio, sull’Etna dovevo difendermi. Quando avrò le energie giuste attaccherò. Mi piace attaccare. Non vedo l’ora di poterlo fare”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery