Galliani e Thohir nei guai, la Procura di Milano indaga per ‘doping amministrativo’: rischia grosso anche Preziosi

LaPresse/Roberto Monaldo

A causa di valutazioni gonfiate per abbellire il bilancio, Galliani e Thohir sono indagati dalla Procura di Milano insieme a Preziosi

La Procura di Milano continua ad indagare, portando avanti l’inchiesta relativa ad alcuni scambi di mercato sospetti compiuti da Inter, Milan e Genoa risalenti a cinque anni fa.

Spada/LaPresse

Al vaglio del pubblico ministero Giordano Baggio c’è in particolare l’operazione Lucarini (classe 1995 svincolato dopo un’esperienza in Lega Pro al Ravenna), valutato 10 milioni di euro il 27 agosto 2013 nel suo passaggio dal Milan al Genoa. Irregolarità amministrative riconducibili ad ipotesi di doping amministrativo, utili per iscrivere nel registro degli indagati Adriano Galliani, Erik Thohir ed Enrico Preziosi. A coinvolgere nell’inchiesta l’Inter c’è lo scambio compiuto cinque anni fa tra Michael Ventre (ora all’Igea Virtus) e Vincenzo Tommasone (attualmente in forza al Sant’Arcangelo e assistito da Mino Raiola), entrambi valutati 3,5 milioni di euro. Valutazioni gonfiate con l’unico scopo di abbellire il bilancio, facendo risultare plusvalenze stratosferiche che utili ad evitare le maglie del fair play finanziario sdoganato ormai da tempo dall’Uefa.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery