Falcone: ‘Le Fiamme del pool’, la Gdf ricorda le intuizione del giudice

Palermo, 23 mag. (AdnKronos) – C’è anche la storia del ‘Giardino della Memoria’ di Palermo nel video promosso dalla Guardia di finanza e dall’associazione nazionale magistrati dal titolo ‘Le Fiamme del pool… sulle tracce dei tesori di Cosa nostra”, realizzato dalle Fiamme gialle con il contributo della Fondazione Falcone. All’interno del video-documentario, presentato nell’aula magna del Palazzo di giustizia di Palermo alla presenza del comandante generale della Guardia di finanza, Giorgio Toschi, e del presidente nazionale dell’Anm, Francesco Minisci, si ricostruisce la storia del pool antimafia dell’ufficio istruzione guidato negli anni ’80 dai consiglieri istruttori Chinnici e Caponnetto e si fa riferimento al prezioso lavoro offerto dagli uomini della Guardia di finanza nella individuazione dei canali economico-finanziari di Cosa nostra.
In occasione dell’anniversario della strage del 23 maggio 1992 il Comando generale delle Fiamme gialle ha voluto in questo modo ricordare il metodo investigativo introdotto da Giovanni Falcone nelle indagini per contrastare le organizzazioni mafiose. Il video contiene anche i contributi di Maria Falcone e degli ex componenti del pool dell’Ufficio istruzione degli anni ’80, Leonardo Guarnotta, Giuseppe Di Lello, Ignazio De Francisci e Gioacchino Natoli.
Alla tavola rotonda di presentazione del video c’erano anche il presidente nazionale dell’Unci, Alessandro Galimberti, il vice-presidente nazionale Leone Zingales ed il presidente dell’Unci Sicilia Andrea Tuttoilmondo. ‘Esprimo soddisfazione per un altro risultato ottenuto dal Giardino della Memoria ‘ ha detto Galimberti ‘ sicuramente il ‘fiore all’occhiello” dell’Unci e non solo dell’Unione cronisti o dell’intera categoria dei giornalisti. Il Giardino di Palermo è un patrimonio di tutti gli italiani”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery