F1, Grosjean non nasconde il suo sogno: “se mi chiamasse la Ferrari, non potrei dire di no”

Photo4 / LaPresse

Romain Grosjean ha svelato il suo sogno nel cassetto, sottolineando di non poter mai dire di no alla Ferrari in caso di chiamata

Fascino ed eleganza, lusso e… velocità. Il Gp di Montecarlo è questo e altro, un condensato di emozioni e spettacolo che rende la gara del Principato tra le più attese in calendario.

grosjean

© Photo4 / LaPresse

Un’occasione fondamentale per Romain Grosjean per riscattare la pessima prestazione di Barcellona, dove il francese si è ritirato dopo pochi giri per un errore davvero madornale che avrebbe potuto causare gravi conseguenze agli altri piloti. Di questo passo però il driver della Haas non potrà continuare il suo sogno di guidare per la Ferrari, obiettivo non troppo nascosto ai microfoni di motorsport-magazin.com: “se la Ferrari mi chiamasse, non direi mai di no. Quello è il mio sogno e non lo nego. Ma non sono venuto qui perché immaginavo di finire poi in Ferrari, quella è una cosa inventata dai media. Ho pensato che mi avrebbe aiutato ad essere un pilota migliore, imparare e magari un giorno lottare per il titolo, se ne avrò la possibilità. Si, talvolta faccio errori, ma sono anche capace di grandi prestazioni: sarei felice di restare, e penso che lo sarebbe anche la squadra. Non voglio parlare per loro, ma penso che possiamo fare di più, soprattutto con le regole 2021, che dovrebbero permettere ai team di cambiare le gerarchie. In ogni caso, so di non piacere ai giornalisti inglesi, ma sono sempre sincero con i media: penso di essere in una buona situazione, ho il mio manager che si occupa del contratto”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery