F1, Force India in difficoltà economica: la Mercedes pronta ad intervenire per acquisirne la proprietà

LaPresse/Reuters

La Mercedes avrebbe in mente di rilevare la proprietà della Force India, essendo tra l’altro uno dei maggiori creditori della scuderia anglo-indiana

La Force India potrebbe diventare ben presto la scuderia satellite della Mercedes, come già la Toro Rosso lo è per la Red Bull. Le difficoltà economiche in cui versa il team anglo-indiano hanno fatto drizzare le antenne al colosso di Brackley, che potrebbe sfruttare questa situazione per far crescere i propri piloti. A confermare le voci ci sarebbe anche il cospicuo debito che la Force India ha accumulato con la Mercedes, che attende ancora di ricevere i pagamenti della fornitura 2017 e 2018 della power unit.

force india

Photo4 / LaPresse

Le buone prestazioni fornite da Ocon e Perez, non ultime quelle in qualifica a Montecarlo, e la struttura dell’azienda (la Force India ha circa 240 dipendenti contro gli oltre 600 della Williams) stanno convincendo la Mercedes ad intervenire, compiendo lo stesso percorso della Red Bull. A mettere i bastoni tra le ruote al team campione del mondo però potrebbe essere una cordata statunitense, che avrebbe messo nel mirino la Force India. A guidare questo gruppo di imprenditori è Peter Rossi, padre del pilota Alexander che sta disputando la stagione Indycar con il team Andretti. Rossi senior starebbe provando a convincere questo team americano a rilevare la scuderia, un’operazione che avrebbe tra l’altro anche l’avallo di Liberty Media, società statunitense al vertice della Formula 1. Un’azione, quella di Peter Rossi, che mira inoltre a far tornare nel circus il figlio Alexander, che ha all’attivo cinque Gran Premi con la Marussia risalenti alla stagione 2015.



FotoGallery