Estate: Coldiretti, 6 italiani su 10 in orti e giardini con stop piogge

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Con l’arrivo del caldo che ha asciugato i terreni resi fradici dalle ultime piogge, 6 italiani su 10 sono tornati all’aperto per la cura di verdure, ortaggi, di piante e fiori in vaso o nella terra, in orti, giardini, balconi e terrazzi. E’ quanto afferma la Coldiretti in relazione all’arrivo dell’anticiclone africano che ha fatto alzare le temperature lungo la Penisola, nonostante l’arrivo di temporali violenti, forti venti e grandinate al nord che rischiano di far salire il conto di 400 milioni di danni provocati dal clima impazzito all’agricoltura dall’inizio dell’anno.
Quella dell’orto e del giardinaggio, spiega la Coldiretti, è una passione che coinvolge un numero crescente di italiani tanto che sono sempre di più le amministrazioni pubbliche che organizzano spazi attrezzati. Nei capoluoghi di provincia in cinque anni si è registrata una crescita del 36,4% con il record di oltre 1,9 milioni di metri quadri di terreno di proprietà comunale, divisi in piccoli appezzamenti e adibiti alla coltivazione familiare, secondo i dati report Ambiente urbano 2017 di Istat.
Il popolo degli hobby farmes però, sottolinea la Coldiretti, non passa all’azione solo su aree pubbliche organizzate, ma si dedica anche al recupero di terre abbandonate lungo le linee ferroviarie, lungo i canali, nelle zone pedonali, ma anche all’interno dei condomini con una vera e propria rinascita fatta di frutta, verdura, ortaggi ma anche di piante, fiori e piante aromatiche, senza dimenticare gli orti nelle scuole dove i bambini imparano dal vino i cicli delle stagioni e la vita della piante.



FotoGallery