Auto, la Carrera Cup Italia fa tappa a Le Castellet: Alessio Rovera domina Gara-1 davanti a Simone Iaquinta

Alessio Rovera ha dominato dalla partenza al traguardo gara 1 del secondo round 2018 della Carrera Cup Italia, chiudendo davanti a Iaquinta e Quaresmini

La Carrera Cup Italia ha vissuto un emozionante primo atto del fine settimana che vede il monomarca di Porsche Italia protagonista a Le Castellet. A coronamento di un dominio iniziato nelle libere e proseguito in qualifica con la conquista della pole position, Alessio Rovera ha dominato dalla partenza al traguardo gara 1 del secondo round 2018. Il campione in carica e portacolori di Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha preceduto sul podio Simone Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) e Gianmarco Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia), entrambi al miglior risultato stagionale. Domenica 13 maggio gara 2 concluderà l’intenso fine settimana sul circuito francese con il via alle 16.30 e la diretta tv su Italia 2 (canale 35 e 120). La gara, sempre sulla distanza di 28 minuti + 1 giro, sarà trasmessa anche in live streaming in HD sul sito ufficiale www.carreracupitalia.it .

Grazie alla vittoria, Rovera è il nuovo leader della classifica assoluta della serie tricolore. Il 22enne pilota varesino ha scavalcato il compagno di squadra Tommaso Mosca, che gli partiva a fianco in prima fila. Il 18enne rookie bresciano è rimasto però piantato al via e ha dovuto rimontare dalle retrovie fino a conquistare il settimo posto sotto alla bandiera a scacchi. Con Mosca scivolato indietro, alle spalle di Rovera hanno subito occupato le posizioni da podio Quaresmini e Iaquinta, con quest’ultimo autore di un arrembaggio finale che gli ha consentito di scavalcare il pilota bresciano e di conquistare così la piazza d’onore con tanto di giro più veloce colto proprio all’ultimo passaggio.

Sotto al podio quarto ha concluso Diego Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) e quinto Daniele Cazzaniga con la prima 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano, protagonista di una serie-show di sorpassi e controsorpassi con il compagno di squadra Luca Segù, 18enne rookie comasco che in gara 2 scatterà dalla pole position per effetto della griglia invertita dei primi sei.

Detto di Mosca settimo, Giovanni Berton ha rimontato da 15esimo fino all’ottavo posto anche lui dopo alcuni spettacolari duelli portando al miglior risultato stagionale il team SVC / AB Racing Centri Porsche di Roma. La top-10 è stata completata da Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina), nono e penalizzato di 10 secondi per passaggi oltre ai limiti della pista, e da Simone Pellegrinelli, che dopo Imola per Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo ha centrato per la terza volta su tre la zona punti al termine di una lunga battaglia con Berton.

Classificato 11esimo, ha vinto nella categoria Silver Cup, riservata alle 911 GT3 Cup modello 991 gen. I, Riccardo Cazzaniga. Il pilota brianzolo, inserito da Porsche Italia nello Scholarship Programme, ha capitalizzato al meglio la pole position di classe confermando al meglio la velocità messa in mostra già in qualifica sulla vettura di Ghinzani Arco Motorsport, sulla quale ha colto anche i primi punti stagionali. Cazzaniga ha preceduto sul podio Gianluca De Lorenzi, pilota e anche team manager di GDL Racing che si conferma in vetta alla classifica, e Claudio Giudice, il pilota e giornalista che al Paul Ricard è protagonista in azione sulla Guest Car messa a disposizione da Porsche Italia e Dinamic Motorsport in collaborazione con Michelin.

Una serie di penalty e colpi di scena, ha promosso 12esimo assoluto e vincitore della Michelin Cup Niccolò Mercatali. Il gentleman driver toscano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze ha preceduto sul podio il compagno di squadra Luca Pastorelli, che ha subito riscattato lo zero in classifica con la 911 GT3 Cup del Centro Porsche Modena, e Bashar Mardini. Il pilota canadese di GDL Racing aveva in realtà tagliato il traguardo davanti ai diretti rivali, ma è stato penalizzato di 5 secondi per un passaggio oltre ai limiti della pista. Il terzo posto di classe gli consente comunque di mantenere il comando nella classifica di Michelin Cup. Proprio all’ultima curva, un contatto tra Marco Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) e Alex De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) ha di fatto privato del successo quest’ultimo, che ha poi concluso quarto nella categoria, mentre il pilota romano è stato penalizzato di 25 secondi.

Alessio Rovera (vincitore gara 1): “Vittoria importante che però deve farci rimanere ben concentrati. A inizio gara volevamo prendere un po’ di vantaggio e ci siamo riusciti pur adottando una strategia un po’ più conservativa. Da metà gara in poi, infatti, abbiamo potuto fare la differenza e ora in gara 2 cercheremo di nuovo di far bene, il lavoro della squadra è stato davvero perfetto”.

La classifica di gara 1
1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 15 giri in 31’59”851 media di 163,728 km/h; 2. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 2”222; 3. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 4”151; 4. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 15”153; 5. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 15”749; 6. Segù (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 18”407; 7. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 23”255; 8. Berton (SVC / AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 25”878; 9. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 32”021; 10. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 32”075; 11. Riccardo Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport) a 40”377; 12. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 48”589; 13. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 49”300; 14. Mardini (GDL Racing) a 49”520; 15. De Lorenzi (GDL Racing) a 49”825; 16. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 1’02”750; 17. Claudio Giudice (Guest Car) a 1’02”809; 18. Stefanelli (Shade Motorsport) a 1’09”487; 19. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 1’13”153; 20. Montalbano (Ghinzani Arco Motorsport) a 1’40”055; 21. Di Leo (Ghinzani Arco Motorsport) a 1 giro; 22. Campana (Ghinzani Arco Motorsport) a 4 giri.

Calendario Carrera Cup Italia 2018: 27-29 aprile Imola; 11-13 maggio Le Castellet (Francia); 1-3 giugno Monza; 15-17 giugno Misano Adriatico; 13-15 luglio Mugello; 7-9 settembre Vallelunga; 5-7 ottobre Imola (Porsche Festival).



FotoGallery