Atletica – Meeting internazionale di Rehlingen: vittorie per Folorunso e Bencosme in Germania

LaPresse/Spada

Atletica, 400hs: Folorunso e Bencosme vincono in Germania 

Ayomide Folorunso fa il vuoto al meeting internazionale di Rehlingen. In Germania la campionessa europea under 23 sbaraglia la concorrenza nei 400hs con 56.07. Per la 21enne emiliana delle Fiamme Oro, 63 centesimi di season best (aveva esordito il 6 maggio con 56.70 a Modena) e quarto posto nelle liste europee 2018. Nella gara maschile non è da meno Josè Bencosme. Il 26enne delle Fiamme Gialle interpreta con sicurezza il giro di pista con barriere, ma centra in pieno l’ultimo ostacolo. Un intoppo che senz’altro lo frena, ma che non gli impedisce comunque di vincere in 49.65 e limare 6 centesimi dal 49.71 di domenica scorsa a Rieti. Buon quarto posto per Osama Zoghlami nei 3000 siepi. Il 23enne, bronzo europeo under 23 nel 2015, resta in lizza per la terza posizione fino all’ultima riviera dove subisce il sorpasso degli avversari. Per il portacolori del CUS Palermo la gara si conclude in 8:28.23, il suo secondo miglior crono di sempre dopo il PB di 8:22.94 a Palermo nel 2017. La tricolore assoluta Francesca Bertoni non va, invece, oltre la settima posizione in 10:08.56. Due le italiane nei 200 metri: la più veloce è la quattrocentista Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) con 23.52(+1.3) nella seconda serie, mentre nella prima la compagna di club Irene Siragusa chiude in 23.68 (+1.5). In Germania intanto i giavellottisti hanno fatto l’abbonamento ai 90 metri. Anzi di più perché Andreas Hofmann a Rehlingen spedisce il suo attrezzo lontano come non mai in vita sua. 91,44 la misura del 26enne tedesco, ovvero 37 centimetri di primato personale rispetto al 91,07 che nel 2017 incredibilmente non gli bastò per l’oro alle Universiadi conquistato da Cheng Chao-Tsun di Taipei con 91,36. Stavolta ha, invece, ammutolito la gara al primo lancio e sconfitto il ceco Jakub Vadlejch (88,76) e il connazionale Johannes Vetter (84,14), iridato e capolista mondiale dell’anno grazie al 92,70 di Doha.



FotoGallery