Atletica – l’urlo di Howe fa tremare la terra: favoloso tempo sui 200 metri

LaPresse/Daniele Badolato

Dopo quasi un anno d’assenza, Andrew Howe nei 200 metri ha fermato il tempo in 20.73 nella prova realizzata a Rieti

A Rieti, sulla pista della città che l’ha visto crescere, il recordman italiano del salto in lungo Andrew Howe riveste i panni del velocista. All’indomani del suo 33esimo compleanno, l’azzurro si cimenta sui 200 metri che vince con vento quasi nullo in 20.73 (-0.1). L’ultima apparizione dell’atleta dell’Aeronautica sul mezzo giro di pista risale al 2016 (21.16 a Goteborg), mentre Howe non si esprimeva su un crono del genere dal 2011 agli Assoluti di Torino (20.58). In un’altra serie primato personale del quattrocentista piemontese Davide Re (Fiamme Gialle) che si migliora a 20.99 (-0.6), mentre al femminile Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) la spunta di un centesimo, 23.78 a 23.79 (+1.3) su Anna Bongiorni (Carabinieri).

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery