Astaldi: nuovi ordini per 193 mln in Cile e Messico

Roma, 14 mag. (AdnKronos) – Il Gruppo Astaldi è risultato aggiudicatario di due nuovi contratti di costruzione, per complessivi 193 milioni di euro in quota Astaldi, riferiti a progetti in Cile e Messico. I due nuovi contratti di costruzione si riferiscono alla realizzazione del centro intermodale del trasporto terrestre (Citt) del nuovo aeroporto internazionale di Città del Messico e il progetto minerario Recursos Norte per Codelco, Corporacion Nacional del Cobre de Chile, nel Paese sudamericano.
In Messico, il contratto Epc da 350 milioni di dollari, di cui 120 milioni di euro di competenza di Astaldi, rappresenta il primo passo del gruppo in un nuovo mercato, il Messico, che s’inserisce nella strategia di diversificazione geografica di Astaldi e che offre grandi opportunità di sviluppo nel settore di riferimento. Come da strategia, anche in questa occasione l’ingresso nel nuovo paese fa leva sulla partnership con un contractor locale: le opere saranno realizzate in raggruppamento di imprese con il Gruppo Arendal, uno degli operatori del mercato messicano delle infrastrutture.
Il contratto prevede, tra l’altro, la realizzazione di una struttura a 5 piani, su progetto dell’architetto Norman Foster, che sarà destinata ad hub dei trasporti terrestri che raggiungeranno il nuovo aeroporto internazionale della città, attualmente in costruzione. Il fabbricato avrà una superficie complessiva di 450.000 metri quadrati. Il tetto sarà destinato ad area a verde. I lavori avranno una durata stimata di 32 mesi, con avvio nel prossimo mese di giugno. Il Committente è Grupo Aeroportuario Ciudad México (GMCM), la società responsabile della costruzione e della gestione del nuovo aeroporto internazionale di Città del Messico.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery