Il protagonista di ‘Mamma ho perso l’aereo’ si racconta per i suoi 38 anni: “quello che ho incassato con il film mi consente di trattare tutto come un hobby”

Macaulay Culkin LaPresse/PA

Macaulay Culkin dopo il successo del film ‘Mamma ho perso l’aereo’ è diventato un vero e proprio idolo, peccato che lui consideri ciò quasi come una maledizione

Si rifiuta di rivedere il film e di fare la faccia diventata cult di Kevin McCallister in ‘Mamma ho perso l’aereo’. Stiamo parlando di Macaulay Culkin, attore protagonista di uno dei film più amati dai bambini negli anni 90. Macaulay, al centro delle polemiche per una presunta dipendenza da droghe, si racconta nel salotto di Ellen DeGeneres alla vigilia dei suoi 38 anni. L’attore parla di come il film lo abbia ‘perseguitato’ per tutti questi anni e di come abbia una repulsione per quest’ultimo nonostante il successo regalatogli.

Se ogni tanto lo riguardo? In realtà nel 2005, per il 15esimo anniversario del film, abbiamo registrato un’edizione del DVD con una traccia in cui io e gli altri protagonisti commentavamo le scene. Quel giorno ho realizzato che era appunto 15 anni che non lo rivedevo. Per strada in tanti mi chiedono di rifare la faccia di Kevin McCallister. Ragazzi basta, sono cresciuto, quell’espressione l’ho già fatta a suo tempo. Oltretutto mi sono reso conto che riguardo il film con occhi diversi rispetto ai semplici spettatori, ricordo il dietro le quinte: c’è una scena dove nascosi dietro il divano la mia Pepsi per non farmela scoprire. I soldi che ho guadagnato quando ero bambino mi consentono di trattare tutto come un hobby. A 18 anni ho incassato. E’ stato come se qualcuno avesse lavorato prima e io ho ereditato tutti i suoi soldi.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery