Tennis – Le verità di Ljubicic: “Federer non ha più 18 anni, ecco quando e perché ha deciso di saltare il Roland Garros”

federer AFP/LaPresse

Il coach di Roger Federer, Ivan Ljubicic, ha parlato della tanto criticata scelta di saltare l’intera stagione sul rosso, spiegandone i motivi e la modalità in cui è avvenuta la scelta

Per il secondo anno di fila, inizia la stagione sulla terra rossa e Roger Federer ‘scompare’. Il tennista svizzero, sulla falsa riga di quanto fatto nella scorsa stagione, ha deciso di saltare l’intera stagione sul rosso, nonostante sia in perfetta salute. Se l’anno scorso la scelta è stata motivata per preservare la salute del ginocchio operato qualche mese prima, in questa stagione Federer gode di buona salute e la sua scelta sembra essere solo di natura ‘strategica’: le difficoltà sulla superficie, la presenza di un vero e proprio dominatore come Nadal, la totale assenza di punti da difendere e la successiva stagione sull’erba, sembrano ragioni più che valide per preservare energie e salute. Ivan Ljubicic, coach dello svizzero, è intervenuto sull’argomento spiegando i motivi e le modalità della scelta di Federer:

“quest’anno è stato più semplice visto che nel 2017 è andata bene. Lo scorso anno il Roland Garros era stato in bilico sino all’ultimo, Roger aveva anche ordinato le palle per allenarsi ed era dispiaciuto di saltarlo, ma eravamo stati più attenti al ginocchio. Quest’anno la decisione è stata definitiva e le palle non le abbiamo nemmeno ordinate. Roger non ha più 18 anni e quest’anno ha già giocato tanto. Ha bisogno di una pausa. Tornerà ad Halle, per Stoccarda non abbiamo ancora deciso. A Miami era stanco, però chissà cosa sarebbe successo battendo Kokkinakis: magari avrebbe recuperato con un giorno di riposo. Federer è sempre stato attento con la programmazione, si fermava per recuperare anche quando le cose andavano bene e ha sempre preso decisioni difficili”



FotoGallery