MotoGp – Le parole di Vinales fanno sognare i tifosi e… tremare gli avversari: “adesso che viene l’Europa…”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Maverick Vinales ritrova il sorriso col secondo posto ad Austin: le parole dello spagnolo della Yamaha sul futuro fanno sognare

Vinales

/ AFP PHOTO / JUAN MABROMATA

Marc Marquez imbattibile sul circuito di Austin: lo spagnolo della Honda ha conquistato la sesta vittoria consecutiva al Gp delle Americhe, facendo mangiare la sua polvere agli avversari. Una gara vinta in scioltezza per il campione del mondo in carica, seguito sul podio da Vinales e Iannone. Ritrova il sorriso la Yamaha con un secondo e un quinto posto davvero positivi. Ritrova il sorriso quindi anche Vinales, che lo sfoggia con orgoglio e felicità durante le sue interviste con le tv. Soddisfatto per il risultato, ma consapevole di dover ancora migliorare:

secondo me siamo migliorati tanto dall’Argentina, soprattutto nell’elettronica, ma c’è ancora margine di miglioramento, ci vuole un po’ più di confidenza, ma questi 20 punti sono molto importanti per il campionato ed è un bene per il team. Cosa è cambiato? Ho solo provato ad essere più tranquillo ad essere è me, a guidare la moto al mio modo, un po’ come la guidavo i primi giorni dell’anno scorso. Sono molto contento che sono riuscito a fare secondo qua, è stato difficile: la pista scivolava tanto e per questo sono contento, perchè con grip basso sono riuscito a fare secondo e non lontano da Marc“.

Lo spagnolo della Yamaha poi si è focalizzato sul futuro, facendo sognare tutti i tifosi e mettendo un po’ di paura ai rivali:

“secondo me ci sta che a Jerez possiamo vincere, il morale del team ha fatto un bel salto, abbiamo più confidenza con quello che proviamo, l’asfalto di Jerez ci aiuterà tanto, dobbiamo ancora fare uno step, secondo me la Honda è un passo avanti di noi. Sono contento, anche io posso migliorare ancora. Stiamo lavorando sulla partenza, a Jerez possiamo migliorare, ho ancora tanto da migliorare: la partenza, i primi giri, oggi comunque sono stato forte i primi giri, sono riuscito a superare Andrea senza troppa difficoltà e impostare il ritmo, sappiamo che Marc qui è forte ma adesso viene l’Europa e secondo noi possiamo dare una bella sorpresa“.



FotoGallery