MotoGp, Lorenzo tra delusioni e un curioso retroscena: “sono rientrato ai box perché avevo la visiera sporca, poi…”

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ha parlato della gara di oggi, sottolineando come in condizioni da bagnato le Ducati potrebbero giocarsela

Jorge LorenzoQuattordicesima posizione in griglia e tanta delusione, manifestata al termine della Q1 delle qualifiche a Termas de Rio Hondo, dopo che Lorenzo si è reso conto di non aver superato il taglio. Colpa di un malinteso con il proprio capo tecnico, una gomma sbagliata ed ecco il patatrac. Lo spagnolo si è subito accorto che qualcosa non andasse per il verso giusto, troppo tardi però per riuscire a strappare il pass per la Q2, centrata dal compagno di squadra Dovizioso e da Aleix Espargarò. Nel post qualifiche, il maiorchino ha provato a spiegare quanto accaduto in pista, soffermandosi sul dialogo avuto con il proprio capo tecnico:

“Sono entrato nel box per cambiare il tear off del casco, dato che la visiera era molto sporca. Ho avuto un malinteso con Christian Gabarrini, così non abbiamo fatto in tempo a montare la gomma morbida sulla seconda moto. Di conseguenza, ho dovuto usare uno pneumatico che aveva già all’attivo diversi giri su asfalto asciutto. Una volta rientrato in pista, non avevo il ritmo giusto, ero più lento, perché le gomme non avevano più grip. Con le gomme giuste avrei potuto tirare giù un secondo dal mio giro veloce. Abbiamo avuto un malinteso con Christian Gabarrini, non volevo quella gomma. Ma non ci siamo capiti bene e lui ha deciso di montarla. Purtroppo si è rivelata quella sbagliata. Quando sono uscito avevo un buon grip, ma la gomma si è surriscaldata subito, quindi nel giro lanciato era quasi come andare sul ghiaccio. Forse ho perso la possibilità di entrare in Q2 lottando per il tempo con Dovizioso, ma dobbiamo imparare da questo. La cosa positiva è che sul bagnato siamo stati tra i più veloci, ma con l’asciutto abbiamo sofferto un po’ di più. Con la gomma giusta però credo che il mio tempo sarebbe stato molto buono. Se la gara sarà in condizioni di bagnato, penso che siamo tra i migliori. Forse Marquez ed alcune Honda vanno più forte, ma non siamo lontani. In condizioni miste tutto è possibile, mentre sull’asciutto non abbiamo avuto molto tempo per migliorare il feeling. Speriamo che il warm-up sia asciutto per fare uno step. Poi dobbiamo partire bene e provare a stare davanti”.



FotoGallery