Molise al voto

(AdnKronos) – Urne aperte dalle 7 alle 23 di oggi in Molise per le elezioni del nuovo presidente della Regione e per il rinnovo del Consiglio regionale. Lo scrutinio delle schede inizierà subito dopo la chiusura dei seggi. In base ai dati diffusi dalla Regione Molise, gli aventi diritto al voto sono 331.253, dei quali 78.361 sono iscritti all’Aire. Le sezioni sono 394. Tre le rilevazioni previste per l’affluenza alle urne: alle ore 12, 19 e 23.
L’elettore, ricorda la Regione Molise, dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità e la tessera elettorale: chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ufficio elettorale del Comune di residenza. Si potrà votare un candidato presidente, votare una lista e il voto si estende al candidato presidente collegato, votare un candidato presidente e una delle liste collegate. Non è ammesso il voto disgiunto. L’elettore può esprimere una o due preferenze per i candidati a consigliere regionale della lista prescelta scrivendo il cognome oppure il nome e il cognome in caso di omonimia.
Se esprime due preferenze, queste devono essere di genere diverso: per una donna e per un uomo o viceversa. In caso contrario la seconda preferenza è nulla e resta valida solo la prima. Diventa presidente della Regione chi ottiene il maggior numero di voti.
CANDIDATI – Quattro candidati presidenti, sedici liste e oltre 300 aspiranti consiglieri in campo. Si tratta della prima sfida elettorale dopo le politiche del 4 marzo. A contendersi la poltrona di governatore, in questi cinque anni ricoperta dal presidente Paolo di Laura Frattura (Pd), saranno il candidato del centrodestra Donato Toma – appoggiato da nove liste, Popolari per l’Italia, il Popolo della famiglia, Fdi, Movimento nazionale per la sovranità, Lega Salvini Molise, Fi, Molise Udc, Orgoglio Molise e Noi per l’Italia Iorio per il Molise -, il candidato del centrosinistra Carlo Veneziale – ex assessore regionale alle politiche dello Sviluppo economico nella giunta uscente che corre con cinque liste: il Molise di tutti, Molise 2.0, Leu, Unione per il Molise, Pd -, il pentastellato Andrea Greco e Agostino Di Giacomo, candidato di Casapound Italia.



FotoGallery