Governo: per renziani stop Di Maio a Lega non cambia niente, Martina ‘ok confronto’

Roma, 23 apr. (AdnKronos) – La presa di distanza di Luigi Di Maio da Matteo Salvini era attesa nel Pd. E da molti considerata un bluff. Ma se per la minoranza, vedi Antonio Misiani dell’area Orlando, rappresenta il primo passo, un atto necessario per intavolare un confronto, la maggioranza renziana resta ferma sulla chiusura ai 5 Stelle o comunque non considera la dichiarazione del leader M5S la precondizione per sedersi a un tavolo.
A differenza del segretario reggente Maurizio Martina che si dice disponibile a un confronto a partire da “una questione fondamentale e prioritaria: la fine di ogni ambiguità e di trattative parallele con noi e con Lega e centrodestra”. Toni meno ultimativi di quelli di Matteo Orfini: “Eravamo, siamo e resteremo alternativi ai Cinque Stelle”.
“Le distanze non sono colmabili” è il refrain dei parlamentari vicini all’ex-segretario che ricordano ai ‘dialoganti’ dem che, per una eventuale maggioranza Pd-M5S, servirebbe l’ok di tutti i deputati e, soprattutto, di tutti i senatori dem.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery