Governo: Di Maio, ecco contratto ma non sarà coalizione (3)

(AdnKronos) – “In altri casi – viene spiegato nel documento – le divergenze sono molto accentuate , se non radicali, per quanto concerne i fini (per esempio, nel modo di concepire il sistema pensionistico) o i mezzi (per esempio, gli strumenti per contrastare la povertà e l’organizazzione della giustizia penale)”.
“Una volta risolta la prima questione, concernente il ‘se’ vi sia un nucleo di convergenze programmatiche sufficiente per passare alla predisposizione di un’agenda per il governo del Paese, ci si è chiesti ‘come’ si possa provvedere in tal senso”.
Di qui la prima stesura, in tredici pagine, di “un accordo per il governo dell’Italia”. Diviso in quattro capitoli: un governo di cambiamento, nell’interesse nazionale; l’Italia in un’Europa sicura e solidale; le priorità per l’Italia; il metodo di lavoro del governo. (segue)



FotoGallery