F1, Ricciardo lancia segnali a Ferrari e Mercedes: “se sono interessate, dovrebbero contattarmi”

AFP/LaPresse

Il pilota della Red Bull si gode il momento e intanto si concentra sul proprio futuro, lanciando messaggi a Ferrari e Mercedes

LaPresse/Photo4

Sono andate in archivio solo tre gare di questo entusiasmante Mondiale 2018 di Formula 1, ma le scuderie sono già in pieno mercato piloti. Trattative, incontri e colloqui non mancano all’interno del paddock, con il nome di Ricciardo che fa gola a molti. Il pilota australiano è in scadenza di contratto al termine di questa stagione, così come lo sono Lewis Hamilton, Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen. Ma se il campione del mondo rinnoverà a breve con la Mercedes, i due finlandesi invece devono conquistarsi la riconferma a suon di podi e vittorie, provando a convincere i propri team a sottoporgli un nuovo accordo. L’australiano intanto aspetta e si gode il momento, parlando del proprio futuro ai microfoni del The Times:

“Ferrari e Mercedes? Onestamente non ci sto pensando granché, ma sento che se qualcuno fosse interessato ad avermi, allora mi dovrebbe contattare. Il che non è ancora accaduto. La mia priorità è quella di guidare la macchina più veloce, a prescindere da quale sia il team. Quando la gente mi chiede se voglio lasciare la Red Bull, la mia risposta è che non voglio lasciare la Red Bull, perché qualora riuscissimo a vincere in questa stagione allora la mia intenzione sarebbe quella di restare qui. È abbastanza semplice, sto cercando di avere la macchina più performante. Non voglio firmare accordi che vadano troppo in là nel tempo perché non so che direzione prenderà il nostro sport. Credo che le cose cambino piuttosto rapidamente, ogni anno c’è qualcosa che potrebbe mutare e quindi non vorrei impegnarmi per quattro anni e poi pensare di non voler più guidare in Formula 1. La cosa ideale per me sarebbe quella di siglare un contratto di due stagioni”.



FotoGallery