Il ko con il Napoli e la lite con Benatia, Buffon esce allo scoperto: “battibecco nello spogliatoio? Ecco la verità”

buffon juventus LaPresse/Daniele Badolato

Gigi Buffon ha fatto chiarezza sulle voci di un possibile litigio con Benatia, etichettandolo come un gossip palesemente inventato

Buffon e Benatia

AFP/LaPresse

La sconfitta subita contro il Napoli ha causato veleni e polemiche, trascinando la Juventus al centro delle discussioni da bar. L’ultima notizia salita alla ribalta parla di una lite furiosa tra Buffon e Benatia, avvenuto nel chiuso dello spogliatoio dello Stadium dopo il ko di domenica sera. Uno scambio di battute ruvido e dai toni alti, sui cui il portiere della Juventus si è soffermato nel corso di un’intervista ai microfoni di JTV:

“È quel tipo di gossip, palesemente inventato, che si portano dietro le sconfitte di squadre che sembrano non avere talloni d’Achille come la Juventus. Si cerca così di destabilizzare un ambiente e minare le certezze e l’unione di un gruppo. Sicuramente, com’è normale che sia e com’è sempre successo da quando sono alla Juve, trovo logico e doveroso confrontarsi e questo è accaduto, ma nessuno, almeno nei miei diciassette anni di Juventus, si è permesso di puntare l’indice verso qualcuno colpevolizzandolo per una sconfitta un errore e questo, fino a quando sarò capitano di questa squadra non accadrà mai. Aggiungo che Medhi è un ragazzo estremamente rispettoso e che ha sposato la nostra causa con educazione un modo di stare nel gruppo eccezionali. Mi spiace essere costretto a puntualizzarlo, ma devo farlo, perché in presenza di certe notizie, se non calunniose, quanto meno false, credo che una precisazione sia dovuta per tutelare il gruppo e Medhi, che è un ragazzo splendido. L’Inter? E’ una sfida decisiva, ma lo saranno anche quella con il Bologna, con la Roma, il Verona… E ci sarà la finale di Coppa Italia Sono venti giorni nei quali dobbiamo tornare in campo con ferocia e “brutalità sportiva” e nei quali dovremo essere tutti uniti, altrimenti si fa il gioco degli avversari e di chi, nei pochi nostri momenti di difficoltà, ha sempre cercato con notizie tendenziose di creare dei problemi, senza mai riuscirci. Vorrei che anche in questo caso noi come squadra e il popolo juventino riescano a compattarsi e a creare quel muro di protezione che ci permetta di vivere questi venti giorni da vera Juve”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery