Benevento, Vigorito saluta la Serie A: “torneremo, lasciamo a testa alta”

vigorito benevento LaPresse/Gerardo Cafaro

Il Benevento lascia la serie A a testa alta con la vittoria di San Siro contro il Milan, il patron Vigorito ha ‘salutato’ la categoria parlando ai suoi tifosi

“Abbiamo chiuso una Serie A in bellezza (la vittoria di sabato a San Siro col Milan ndr) anche se mancano ancora 4 partite e speriamo di continuare a dare uno spettacolo di dignità. Abbiamo perso la A ma ce l’abbiamo ancora ben presente sulla nostra pelle e sulla nella nostra testa. Sono 4 giornate in cui vogliamo far aumentare in noi il pensiero che forse potevamo farcela”. Sono le parole del presidente del Benevento, Oreste Vigorito, il giorno dopo la matematica retrocessione in Serie B dopo una sola stagione nella massima serie.

“Il mondo non finisce per una retrocessione ma quando non pensi più di poterla risolvere e di poter fare la nostra nel mondo del calcio -prosegue il patron del club campano ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1-. Noi abbiamo avuto un problema vero, quello di essere arrivati alla coincidenza della Serie A all’ultimo momento, con un treno dove siamo saliti in corsa e ci siamo trovati in corsa in un vagone con una serie viaggiatori che non pensavamo. Ci siamo trovati in un mondo che con conoscevamo e questo ci ha condizionato”. “Abbiamo collezionato record negativi ma nel frattempo siamo maturati. In A non si può arrivare di botto in 12 mesi. Ci sarebbe voluto qualche anno in più di B per rafforzare la struttura -conclude Vigorito guardando al prossimo anno-. Se ci facciamo prendere dalla smania di tornare subito in A finisce che andiamo in Lega Pro. Costruirò una squadra per fare la B e se saremo bravi nel crescere e nell’evolverci in 12 mesi ben venga la A, altrimenti restiamo in B”. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery