Volley, Play Off – L’Azimut Modena si aggiudica Gara2 contro Milano

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

  • Credits Modena Volley

    Credits Modena Volley

/

Vince l’Azimut Modena gara 2 dei quarti di finale Play-off a Milano e vola in semifinale con la Cucine Lube Civitanova

L’Azimut parte con Bruno in regia e Argenta opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e Bossi, il libero è Salvatore Rossini. La Revivre Milano risponde con la diagonale Sbertoli- Abdel-Aziz, Cebulj e Klinkenberg in banda, Piano-Averill al centro, libero Fanuli. Il PalaYamamay è uno spettacolo nello spettacolo, Modena e Milano partono fortissimo, si arriva al 6-6 poi è Argenta a mettere giù il punto del break. Si continua a giocare punto a punto con le due squadre che non mollano una palla, 11-11. Mette la testa avanti Milano, 15-17 e i meneghini alzano i giri del motore. La fine del parziale è un’altalena di emozioni, alla fine è la Revivre che la spunta con un 25-27 che porta Milano sullo 0-1 nei set. Parte fortissimo Milano che nel secondo parziale va sul 3-5 grazie ad un muro di altissimo livello. Continua a tenere il pallino del gioco Milano che va benissimo in side-out ed è pulita in contrattacco, 9-10 e set apertissimo. Mette la freccia Modena che va sul 15-14 con una grande alzata di Bruno e la pennellata dolcissima di Urnaut. Scappa via Modena con Ngapeth e Sabbi che fanno la differenza, 19-16 e l’Azimut c’è. Resta avanti Modena, Milano non molla, 21-18. Modena chiude 25-21 il secondo set e si fa 1-1. Inizia il terzo set con una carica e una precisione straordinarie Modena, che ritrova Sabbi e Mazzone protagonisti, 9-4. E’ un parziale con numeri straordinari al servizio per i gialli che vanno sul 14-8 poi è Sabbi a mettere giù un’altra palla pesantissima. Il quarto set inizia con un punto a punto serrato tra le due compagini, si arriva all’11-10 e il match è tiratissimo. Modena scappa via e va sul 21-14. L’Azimut chiude il set 25-19 e 3-1 il match.

Coach Radostin Stoytchev (Azimut Modena Volley):

“Abbiamo raggiunto la vittoria ed era ciò che volevamo, sono contento dell’approccio della squadra alla gara ed anche della qualità del nostro gioco. Sabbi? Il suo ingresso è stato decisivo e sono molto felice per lui, se lo meritava. Ho inserito anche Mazzone, ne avevo bisogno anche a livello tattico. Ora torniamo in palestra e continuiamo il processo di recupero per Sabbi e Mazzone, inoltre dovremo lavorare sodo su tutti i fondamentali, come sempre”

Salvatore Rossini (Azimut Modena Volley):

“Il nostro obiettivo era quello di vincere, siamo stati creati per vincere e lavoriamo ogni giorno per quello. Dedichiamo la vittoria a Alberto Marra, che ha perso il nonno e ha passato una settimana difficile. Siamo inoltre molto felici per Giulio e Daniele che sono rientrati in campo”

Giulio Sabbi (Azimut Modena Volley):

“Sono molto contento della vittoria della squadra e di essere tornato in campo. A cosa ho pensato in questi due mesi? Ad oggi, al giorno in cui sarei tornato ad attaccare e ora avanti per la nostra strada, l’abbiamo voluta a tutti i costi questa semifinale, giochiamocela”

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery