Tirreno-Adriatico, il commosso ricordo di Froome: “Scarponi? Ecco cosa mi provoca l’arrivo a Filottrano”

Chris Froome Fabio Ferrari/LaPresse

Chris Froome racconta le emozioni che proverà quando la carovana della Tirreno-Adriatico passerà da Filottrano, paese natio di Michele Scarponi

chris froome

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

Chris Froome ha concluso una buona cronometro a squadre ieri alla Tirreno-Adriatico. Il ciclista britannico del Team Sky ha perso pochi secondi dalla BMC e dalla Mitchelton Scott, ma è davanti a tutti i suoi rivali. Aru, Nibali, Landa, Dumoulin sono dietro al capitano del Team Sky, ma questo vantaggio nelle prossime tappe potrebbe anche esser perso. La Tirreno-Adriatico è una corsa particolare con tante insidie e difficoltà e basta un errore per esser staccati in salita o in pianura. Chris Froome è sereno e tranquillo come se lo scandalo doping che lo ha travolto non fosse mai avvenuto. Oggi la ‘Corsa dei Due Mari’ darà spazio ai velocisti e per i big sarà una giornata relativamente calma. Il britannico ha analizzato la prestazione realizzata ieri come rilasciato alla ‘rosea’:

“è stata una buona cronosquadre anche se non abbastanza per vincere. Siamo messi bene in classifica. Il tempo guadagnato sugli avversari è un buon vantaggio. Siamo una squadra molto forte con differenti opzioni. La condizione è quella che volevo avere adesso. C’è ancora qualcosa da fare in funzione Giro, ma tutto procede bene. Kwiatowski è molto forte. Vedrete che se gli capiterà l’occasione non se la lascerà sfuggire. Lo stesso per Moscon. Anche se qui s’è staccato se entrasse in una buona fuga”.

 

Foto Lapresse / Fabio Ferrari

Chris Froome sarà uno dei pretendenti per la conquista della classifica generale. Sabato ci sarà la quarta tappa della Tirreno-Adriatico con l’importante salita di Sasso Tetto, mentre domenica si arriverà vicino la casa di Michele Scarponi, corridore morto a causa di un incidente stradale mentre era in biciclette ad allenarsi. Chris Froome ha voluto ricordare il suo ex collega:

“ho molti ricordi di Michele, soprattutto la grande passione che aveva per il nostro sport. Il carisma. la professionalità. Sarà una giornata dura, carica di emozioni. È stata una tragedia immane. Nella vita tutto può cambiare in un attimo”.

FotoGallery