Sicilia: M5s, Sgarbi via a maggio? Musumeci lo cacci subito

Palermo, 19 mar. (AdnKronos) – “Sgarbi vuole andare via a maggio? Deve essere Musumeci a dettare i tempi. Se vuole può, anzi deve, cacciarlo subito. Sgarbi non può decidere se e quando migrare verso una più comoda poltrona romana”. A dirlo è la capogruppo del Movimento 5 Stelle all’Assemblea regionale siciliana, Valentina Zafarana, dopo le parole di Vittorio Sgarbi. “Quello di far saltare la trattativa con il mecenate dalla valigia piena di soldi disposto a investire su Selinunte sbandierato da Vittorio Sgarbi – dice la capogruppo Zafarana – suona proprio come il ricatto di un ragazzino che messo fuori dalla partita, perché più volte ammonito, vuol portare via il pallone”.
“Inutile ribadire come l’alta caratura culturale dell’assessore Sgarbi – spiega Zafarana – cozzi con la levatura morale di un uomo avvezzo a violente e volgari invettive contro chiunque e chicchessia dai gabinetti di mezza Italia. Tralasciando, però, questi aspetti, le mostre sbandierate da Sgarbi sono davvero ben poca cosa per un uomo a capo di un assessorato tanto strategico per la Sicilia. Peraltro, quella del mecenate disposto a trattare solo con lui e il ricattino personale contro lo stesso Musumeci sono argomenti dalla bassissima levatura che speriamo siano a breve un lontano ricordo. Sgarbi ha sfilato un rosario di mostre? Un assessore non può essere solo un curatore di eventi di questo tipo: è ben altro. Sgarbi – conclude Zafarana – non può rimanere aggrappato a un ruolo concordato con il suo padrino politico Berlusconi”.



FotoGallery