Sci alpino, Federica Brignone trattiene l’entusiasmo: “sono felice anche se è una giornata triste per lo sport italiano”

Federica Brignone Olimpiadi invernali 2018 Marco Alpozzi/LaPresse

Federica Brignone non ha festeggiato più di tanto la vittoria nella combinata alpina di Crans Montana, visto il lutto di Davide Astori che ha colpito lo sport italiano

La combinata alpina di Crans Montana sorride a Federica Brignone, oggi vincente, così come un anno fa, grazie ad una super manche di slalom nella quale la valdostana fa registrare il terzo tempo parziale che le permette di recuperare quattro posizioni rispetto al superG e a trionfare per l’ottava volta in carriera, la seconda nella disciplina, e – con una sola gara – a conquistare il terzo posto nella classifica finale di specialità. Brignone raggiunge per numero di vittorie Karen Putzer, la terza italiana più vincente di sempre, dopo Compagnoni e Kostner. Queste le parole dell’azzurra:

“Sono felice anche se è una giornata triste per lo sport italiano. Era uno slalom difficile perché la neve si era scaldata e c’era qualche buco, ma io ce l’ho messa tutta. Di slalom ne ho fatto pochissimo quest’anno, visto l’infortunio che mi ha condizionato ad inizio stagione. Crans Montana mi porta fortuna: lo scorso anno feci un primo e un secondo posto. Qui mi trovo sempre molto bene e in questi due anni ho fatto ottime manche anche nello slalom. Nello sci non si possono fare calcoli, dopo il superG non ero soddisfatta perché purtroppo non ero riuscita a fare ciò avrei voluto. In slalom ho provato il tutto per tutto e quando ho visto il “verde” all’arrivo non ci credevo, sono esplosa dalla felicità. Amo sciare e non sarò mai stanca di fare gare nonostante siano già terminate le Olimpiadi. Quindi darò tutto in queste due settimane”.


FotoGallery