Veleno Ronaldo, che ceffone alla Juventus dalla festa per i 110 anni dell’Inter: “ai miei tempi non vincevamo perché…”

ronaldo Lapresse

Presente alla festa per i 110 anni dell’Inter, Ronaldo ha lanciato una frecciata alla Juventus, sottolineando di non aver vinto a causa del sistema corrotto

ronaldo

Ermes Beltrami/LaPresse

Abbracci e sorrisi, ma anche una frecciata velenosa che colpisce e fa male. La festa per i 110 anni dell’Inter come palcoscenico, il Pirelli HangarBicocca come teatro per lanciare il proprio affondo all’indirizzo della Juventus, facendo riemergere i veleni di un passato che il calcio italiano sta provando a dimenticare. Ronaldo il ‘Fenomeno’ però non può e non vuole dimenticare, sentendosi a distanza di anni scippato di alcuni trofei che, senza gli aiuti esterni, sarebbero finiti nella sua bacheca. Durante la cerimonia nerazzurra, l’ex attaccante brasiliano ha preso la parola, lanciando il suo personale attacco alla Juventus, senza però mai nominarla:

“Ai miei tempi meritavamo di più, ma abbiamo dovuto combattere con un sistema corrotto che poi tutti hanno scoperto. Non abbiamo vinto in quel tempo per la fase storica in cui eravamo, per tutto quello che c’era fuori. Sono emozionato a essere qui, è un grande onore e più di tutti ringrazio ‘papà Moratti’, e poi Marco Tronchetti Provera che ci ha sostenuti in ogni momento”.

FotoGallery