La lezione che tutti dovremmo imparare da Roger Federer: “sorrido sempre! Appagato e mai contento, l’infortunio mi ha fatto apprezzare…”

LaPresse/Reuters

Dopo la sconfitta di Indian Wells contro Del Potro, Roger Federer ha parlato di come faccia a restare sempre sorridente anche nelle avversità

Nel tennis, come nella vita si vince e si perde, ci sono alti e bassi, gioie e dolori. L’importante é sorridere sempre, parola di Roger Federer. Dopo la sconfitta di Indian Wells, il campione svizzero ha svelato il “segreto” che lo fa apparire sempre sereno e sorridente anche nei brutti momenti e, a suo dire, ne allontana anche il ritiro:

“La chiave vera è stare positivo nei momenti difficili. Perchè ci sono sempre alti e bassi nel corso della tua carriera, non va tutto bene ogni giorno ed è importante prendere le decisioni giuste, essere circondato dalle persone adeguate e sentirsi contento con ciò che si ha. Ovviamente si vuole sempre avere di più e non si è mai contenti. Ma sono felice da tanto, tanto tempo nel circuito. Da quando nel 2004 sono diventato numero uno e da quando nel 2003 ho vinto Wimbledon, la mia vita da tennista era completa. Erano quelli i sogni che avevo da bambino. Ecco perchè il ritiro può aspettare, e mi sto godendo tutto il percorso. E poi i problemi avuti nel 2016: alla gente piace vedere la parte semplice, come faccio sembrare tutto facile. Non è sempre così, non è così per nessun top player. L’infortunio mi ha fatto apprezzare i giocatori infortunati, so cosa si passa”



FotoGallery