Due sportellate al Napoli, Dzeko sfoga la sua rabbia: “per tutti avremmo perso 5-0, questa Roma non è poi così scarsa”

Dzeko Luciano Rossi/AS Roma/LaPresse

La doppietta che ha steso il Napoli ha esaltato Edin Dzeko che, nel post partita, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nei confronti dei critici

Dzeko

Luciano Rossi/AS Roma/LaPresse

Undici gol in campionato, tre in Champions League. Un totale di 14 reti che finora non sono servite a scrollarsi di dosso critiche e pressioni. Edin Dzeko però non è tipo da arrendersi, tantomeno da abbattersi dopo qualche partita giocata male. Per il riscatto era solo questione di ore, bisognava attendere solo la partita giusta per vederlo brillare di luce propria dopo un periodo di buio tetro. La scintilla si è accesa al San Paolo, sul palcoscenico in cui di solito si esibisce la squadra più estrosa della nostra serie A. Questa volta però non c’è stato spazio per il gioco spumeggiante del Napoli, ma solo per la fisicità e la possenza del bosniaco, tornato d’un tratto il giocatore prepotente degli scorsi mesi. Doppietta e Napoli al tappeto, un modo perfetto per cancellare le critiche e togliersi qualche sassolino dalla scarpa:

“Siamo stati perfetti, abbiamo fatto una grandissima partita contro la squadra che gioca il miglior calcio d’Italia. Non so cosa non abbia funzionato nelle partite precedenti, non voglio guardare al passato. Era importante vincere oggi perché nessuno se l’aspettava: ieri per tutti avevamo già perso 5-0. Invece non siamo così scarsi. La mia doppietta? Non guardo ai gol, le statistiche guardatele voi. Però sono contentissimo per le reti che ho fatto. Non è stato un periodo facile, ma non voglio scusanti, non sono quel tipo di giocatore. Io guardo sempre avanti, voglio sempre aiutare la squadra. Se non faccio gol nessuno guarda quanto corro, ma va bene così”.

FotoGallery