MotoGp – Tutta l’amarezza di Vinales, Maverick non ha dubbi: “dalla nostra parte del box non capiamo bene le cose!”

Maverick Vinales LaPresse/Alessandro La Rocca

Maverick Vinales vede… nero a Losail. Dopo le qualifiche del Gp del Qatar l’umore dello spagnolo della Yamaha non è di certo alto

vinales

AFP PHOTO / KARIM JAAFAR

Non sembra iniziare bene la stagione 2018 di Maverick Vinales. Se lo scorso anno, in Qatar, lo spagnolo sorrideva per la sua prima vittoria con la Yamaha, quest’anno non può fare altrettanto a causa dei troppi problemi che si trascina ormai dalla passata stagione, che non gli permettono di avere un buon feeling con la M1. Dodicesimo posto per Vinales nelle qualifiche del Gp del Qatar: lo spagnolo partirà oggi dalla quarta fila della griglia di partenza sul circuito di Losail. Vinales e il suo team sembrano un po’ brancolare nel buio:

Nella nostra parte del box non capiamo bene le cose, dobbiamo continuare a lavorare. Abbiamo fatto uno step a livello di passo e mi sono sentito più a mio agio nella FP4, quindi dobbiamo partire da quel riferimento. Per il giro secco però la moto non è a posto. Per il mio feeling ed il mio stile di guida, abbiamo sbagliato tutto nei test invernali: la messa a punto era stata completamente in un’altra direzione, quindi ora dobbiamo lavorare duro per cercare di fare la miglior gara possibile. Se posso guidare come nella FP4 e stare tranquillo, avrò sicuramente la possibilità di recuperare molto. Dovrò essere aggressivo all’inizio della gara e poi vedremo dove siamo. La squadra sta dando il 100%, ma io non posso darlo perché la moto non me lo permette. E’ per questo che sono a disagio. Dobbiamo fare in modo che la moto mi permetta di andare al limite. Non abbiamo cambiato il telaio, abbiamo reso la moto più rigida, con meno movimenti. Per me così è più facile da sollevare, ma dobbiamo continuare a lavorare e vedere come andrà in gara. L’importante è essere in grado di spremere la moto al limite. Non sono stato in grado di farlo come ha Zarco, ma non ci sono scusanti. Dobbiamo continuare a lavorare“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery