MotoGp, Poncharal esce allo scoperto: importanti novità circa il nome della nuova Casa che supporterà la Tech 3

Poncharal motogp Valentino Rossi

Hervé Poncharal ha dato ulteriori indizi circa la nuova Casa che supporterà a partire dal 2019 la Tech 3, che lascerà la Yamaha a fine stagione

LaPresse/AFP

Gli ultimi indizi sono stati rivelati, manca adesso solo l’annuncio ufficiale ma pare che sia proprio la Ktm la nuova Casa che supporterà la Tech 3 dopo il divorzio con la Yamaha. Il contratto sarà di durata triennale e inizierà a partire dal 2019, solo quando scadrà l’accordo con la Casa di Iwata. Il nome della Ktm non è stato fatto direttamente da Hervé Poncharal, ma le sue dichiarazioni rilasciate a Motorsport.com lo hanno fatto intendere molto chiaramente:

“Avremo per tre anni supporto diretto da una Casa costruttrice. L’annuncio dovrebbe arrivare molto, molto presto, ma posso dire che firmeremo un accordo di tre anni, dal 2019 al 2021. In ogni singolo anno avremo la moto che corre con il team ufficiale. Avremo la stessa moto. Ci saranno 4 moto uguali in griglia con le stesse specifiche. La stessa situazione ci sarà nel 2019, nel 2020 e nel 2021. Era quello che cercavamo e quello che vogliamo. Questo ci aiuterà a ottenere risultati migliori e, allo stesso tempo, daremo una mano importante nello sviluppo della moto. Ora, anche se abbiamo un pilota forte come Zarco, disponiamo di una moto che non avrà alcuna evoluzione nel corso dell’anno. Quando hai una Casa ufficiale alle spalle puoi sempre avere qualcosa di fatto su misura per te. Abbiamo provato a diventare il team junior Yamaha, ma non abbiamo mai avuto la reale opportunità di farlo. Come si può immaginare si tratta di un team che corre già nelle tre classi del Motomondiale, dunque c’è un patto chiaro per avere i migliori talenti che fanno la trafila nelle tre classi e, se si dimostreranno validi, passeranno nel team ufficiale. Questo fa parte dell’essere parte di una famiglia. Questo sarà davvero eccitante anche se sappiamo che in termini di competitività della moto, almeno nei primi tempi, faremo un piccolo passo indietro rispetto alla nostra situazione attuale. Ma ci sono le finestre per migliorare e rendere migliore tutto il pacchetto”.

Per quanto riguarda il futuro di Zarco, Poncharal spera che il francese rimanga legato alla Tech3 e sposi il progetto che il team inizierà con un nuovo Costruttore:

“Sin dal termine della passata stagione ho sostenuto che se nel 2019 Zarco non fosse finito in un team ufficiale, ci sarebbe sicuramente stato qualcosa di sbagliato nel nostro mondo. E’ chiaro che lui meriti questo ed è altrettanto chiaro che sia l’ultimo passo che deve fare per poter lottare per il titolo di MotoGP. Quel che è certo è che non succederà da pilota Yamaha. Penso che il suo sogno fosse prendere il posto di Valentino o Maverick. Solo che Valentino, non è un segreto, dovrà solo annunciare il rinnovo e Maverick lo ha già definito e ufficializzato. Non ci sarà una finestra per vedere Johann nel team ufficiale Yamaha. Johann sta guardando a tutte le altre opzioni, ma sa dove stiamo andando e credo sia contento della sfida che gli si presenterà davanti. Sa altrettanto bene quanto sia importante per lui avere con sé i suoi meccanici e ingegneri, le sue figure di riferimento, sia dal punto di vista tecnico che da quello umano. Sarebbe un sogno avere ancora con noi Johann, non è un segreto. Però lo lasceremo decidere perché l’ultima cosa che vogliamo è spingerlo a fare una cosa che poi potrebbe rimpiangere”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery