Milano-Sanremo, tutti a caccia del trionfo! Da Colbrelli a Kwiatkowski: ecco le impressioni della vigilia

Milano-Sanremo

Tanti grandi corridori per questa edizione della Milano-Sanremo, la ‘Classicissima’ ambita dai velocisti e non solo. Ecco le parole dei protagonisti alla vigilia della classica italiana

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

La 109ª edizione della Milano-Sanremo è in programma domani, con partenza da piazza Castello alle ore 9.45. Al via 175 corridori in rappresentanza di 25 squadre (18 UCI WorldTeams e 7 Wild Card) composte da 7 corridori ciascuna. La ‘Classicissima’, annunciata imprevedibile come sempre e con meteo incerto, vede al via il podio della passata edizione con il vincitore, Michal Kwiatkowski del Team Sky, il secondo classificato, il Campione del Mondo Peter Sagan della Bora Hansgrohe ed il terzo, Julian Alaphilippe. A sfidare i favoriti, tra i velocisti, Elia Viviani della Quick Step Floros, Arnaud Demare Groupama-FDJ, Alexander Kristoff dell’UAE Team Emriates, Mark Cavendish della Dimension Data e Michael Matthews e, tra gli specialisti delle corse di un giorno, Greg Van Avermaet della BMC, Vincenzo Nibali della Bahrain Merida, Philippe Gilbert  Quick Step Floors, Matteo Trentin della Mitchelton Scott.

LaPresse/Fabio Ferrari

Lieve modifica di percorso che porta a 294 i chilometri totali: dopo Basaluzzo (km 100) la corsa si porta sulla sponda destra del fiume Orba attraversando Predosa e Roccagrimalda Stazione fino a rientrare nel percorso originale a Ovada. Questa modifica non comporta variazioni della sostanza tecnica e allunga il tracciato di 3 km. Peter Sagan ha voglia di vincere la Milano-Sanremo e di riscattare la prestazione realizzata nel 2017, quando Michal Kwiatkowski lo ha beffato sul traguardo. Il campione del mondo in carica ai microfoni della Rai ha dichiarato:

“penso che è stata una settimana positiva per me e sono stato in crescita costante. Ci siamo allenati bene e sono pronto a vincere. Il mio obiettivo è ovviamente trionfare e io darò il massimo. In passato abbiamo corso con l’acqua e la corsa sarà difficile, ma sarà per tutti uguale”. 

sonny colbrelli

Fabio Ferrari/LaPresse

Chi potrebbe conquistare la Milano-Sanremo è Sonny Colbrelli. Il velocista della Bahrain Merida ha la grande occasione di poter trionfare e di battere gente come Sagan e Kwiatkowski. Domani il tempo sarà molto brutto, terreno ideale per il ciclista azzurro. Sonny Colbrelli ha analizzato il percorso della ‘Classicissima’:

“la Milano-Sanremo è una classica che mi si addice. Sono 300 chilometri con 7 ore di corsa e fino alla fine sarà incerta, perché possono arrivare molti corridori come pochi. Bisogna capire come si arriva sul Poggio con le gambe e bisogna essere nelle prime posizioni perché se parte un Sagan o un Van Avermaet li devi recuperare se no ti staccano. Il mio sogno è giungere in sette corridori e giocarmi la volata, ma se siamo in molti a differenza di Sagan e Viviani non riuscirò a vincere”.

Michal KwiatkowskiMichal Kwiatkowski in queste settimane si è allenato spesso sulle strade italiane. Prima di trionfare alla Tirreno-Adriatico, il ciclista del Team Sky ha fatto una sgambata con Gianni Moscon per essere al top della forma in vista della ‘Classicissima’. Il polacco ha spiegato quali saranno le motivazioni per questa importante corsa:

“mi piace vincere! Quando ho occasione mi piace provare a trionfare e non vedo l’ora di arrivare alla Milano-Sanremo e di conquistarla”. 

Philippe Gilbert

LaPresse/Reuters

Philippe Gilbert ha vinto molte classiche in carriera, ma la Milano-Sanremo e la Parigi-Roubaix. In passato il ciclista della Quick Step Floors ha provato a trionfare, ma non ci è mai riuscito. Il belga potrebbe essere uno dei protagonisti se riuscirà ad uscire indenne dopo la salita del Cipresso. Gilbert ha spiegato che corsa sarà:

“è impossibile sapere come finirà. La Milano-Sanremo cambia ogni anno e non si può pronosticare nulla. Noi partiamo con un team forte e correremo per conquistare. Nel 2011 e nel 2007 avevo le gambe per trionfare, ma alla fine non ci sono riuscito. La Sanremo è così: bisognerà provarci e riprovarci”.



FotoGallery