Indian Wells – La prima volta di Naomi Osaka: la giapponese atipica pronta a prendersi il circuito WTA

Naomi Osaka AFP/LaPresse

Naomi Osaka vince la finale di Indian Wells battendo Kasatkina in due set: la tennista giapponese conquista il primo torneo della sua carriera

AFP/LaPresse

Naomi Osaka, da Osaka. Sembra un gioco di parole ma è invece una strana coincidenza della quale sentiremo ancora parlare nel tempo. La giovane tennista giapponese ha conquistato il suo primo torneo WTA aggiudicandosi la finale di Indian Wells contro Daria Kasatkina. Osaka si è imposta in due set, dominando, nonostante gli errori della prima frazione (da entrambe le parti), con il punteggio di 6-3 / 6-2. Metà giapponese metà haitiana, nata ad Osaka ma trasferitasi in tenera età negli USA, Naomi non è solo una giapponese atipica, è anche una tennista davvero particolare. Preferisce i videogiochi alla vita mondana, è genuina, in un mondo in cui i campioni ‘misurano’ le loro parole e la loro immagine, e soprattutto ha conquistato tutti con le sue conferenze stampa maldestre. Impacciata e sempre un po’ fra le nuvole fuori dal campo, ma nel tennis court non c’è storia: mezzi tecnici da campionessa e una rinnovata mentalità maturata proprio nel primo match di questo torneo, nel successo contro Sharapova. Lo ha raccontato la stessa Osaka che inizialmente, in caso di rimonta, si sarebbe arrabbiata terribilmente, perdendo di vista il pallino del gioco. Ma contro Sharapova le è sembrata una mancanza di rispetto, vista la caratura dell’avversaria e la sua voglia di vincere che non ne avrebbe fermato la rimonta. Una maggiore serenità dunque le ha permesso non solo di assorbire la rimonta nel secondo set contro Sharapova, ma di portarsi a casa anche gli scalpi eccellenti di Radwanska e Pliskova. Da domani sarà numero 22 del ranking mondiale, nonchè numero 8 della race e il futuro non può che sorriderle anche se, probabilmente, Naomi non se ne starà rendendo conto.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery