F1, Vettel alla ricerca della soddisfazione suprema: “vincere con la Ferrari è il mio grande obiettivo”

Vettel AFP/LaPresse

Presente alla prima conferenza stampa della stagione, Sebastian Vettel ha parlato dei suoi obiettivi stagionali e di carriera, svelando di essere alla ricerca della soddisfazione suprema

AFP/LaPresse

Il countdown è finalmente terminato, la stagione di Formula 1 riparte con il solito carico di passione ed emozioni. Il Gp di Melbourne apre il Mondiale 2018, un campionato lungo e affascinante che decreterà il successore di Lewis Hamilton, capace di vincere pochi mesi fa il suo quarto titolo in carriera, appaiando il suo rivale della Ferrari Sebastian Vettel. Proprio loro sono i protagonisti della prima conferenza stampa di questa nuova stagione, con loro il terzo incomodo Daniel Ricciardo, deciso a dargli filo da torcere già da domenica, in cui vivrà la sua gara di casa. Dodici mesi dopo il suo avvio scoppiettante, Vettel torna a Melbourne dove spera di bissare la vittoria ottenuta ad inizio 2017:

Proveremo a battere Lewis, ma la stagione è lunga e ci saranno tante gare, vedremo… Il mio piano per quest’anno? Top secretCredo di stare abbastanza bene, se Lewis dice di essere al picco della condizione fisica ed è più vecchio di meposso guardare avanti con ottimismo. Non vedo molti punti deboli in Lewis, sta facendo un ottimo lavoro da ormai diversi anni. Ognuno ha i propri punti deboli, alcuni caratteriali, alcuni diversi, onestamente non penso tanto ai suoi, mi concentro sul migliorare i miei. Usare il quarto motore? Preventivare di utilizzarlo è sicuramente qualcosa che si può considerare, ma siamo ancora al primo GP e non credo che nell’arco del weekend ne utilizzeremo quattro, per cui al momento non è una mia preoccupazione. Questa sarà soltanto una gara, e anche per molti versi. Tutti non vediamo l’ora di dare il via alla stagione e gareggiare, tutti abbiamo motivi per essere fiduciosi, penso che la nostra macchina sia grandiosa e abbiamo tante cose in programma e molti motivi per essere ottimisti, ma questo potrebbe valere anche per gli altri. Sulla base dei test siamo messi bene, ma chissà… magari potremmo essere meglio, c’è sempre incertezza

Non manca infine per Sebastian Vettel un ultima digressione sulla rivalità con Lewis Hamilton che, dopo la scorsa stagione, potrebbe ripetersi anche in quella che sta per cominciare:

“Sono d’accordo con quanto detto da Lewis, intanto è un privilegio correre qui, ma in gara pensi solo a vincere e non ai rivali. Magari dopo che hai vinto riesci a mettere le cose in prospettiva e diventa speciale comprendere di aver vinto contro i migliori. Nel mio caso se guardo ai piloti contro i quali ho corso sono sempre stati gli stessi, più o meno, fin dai tempi dei kart, anche se Lewis l’ho trovato in Formula 3, e all’epoca andava molto meglio di me, e poi l’ho ritrovato solo in Formula 1. Ora cerco la soddisfazione suprema, vincere con la Ferrari, il più grande team della storia e del paddock, quello è il mio unico obiettivo. Quello e vincere contro i migliori, e Lewis è tra essi, lo dicono i numeri”.



FotoGallery