F1, Raikkonen ci riprova a distanza di 5 anni: “l’obiettivo è tornare a vincere, spero di riuscirci”

LaPresse/Photo4

Kimi Raikkonen ha parlato dell’imminente Gp d’Australia, sottolineando come il suo obiettivo sia quello di vincere a distanza di 5 anni dall’ultimo successo

Raikkonen

AFP/LaPresse

Cinque anni fa il suo ultimo successo, correva il 17 marzo 2013 e il finlandese tagliò per primo il traguardo di Melbourne al volante di una Lotus miracolosa. Kimi Raikkonen ha voglia di riprovarci, tornando ad assaporare il dolce gusto del successo magari proprio domenica, quando inizierà la sua sedicesima stagione di Formula 1. Il pilota della Ferrari però non si sbottona più di tanto ai microfoni di Motorsport.com, sottolineando come sia impossibile prevedere i rapporti di forza già dal giovedì:

“Se la Ferrari sia pronta per la prima fila non possiamo saperlo oggi, lo vedremo sabato, non credo abbia senso provare ad indovinare. L’obiettivo è tornare a vincere, ma non posso prevedere cosa accadrà. Questo è ciò che tenteremo di fare e, si spera, di riuscirci.  Ci siamo concentrati sul nostro lavoro, non è semplice fare delle valutazioni nei test. Vedremo in questo weekend e nelle prossime gare dove siamo rispetto ai nostri avversari. Ci sono sempre dei cambiamenti e penso che sia normale che sia così, dei dettagli che ogni anno si curano di più. Si impara stagione dopo stagione, e si cerca di fare le cose in modo sempre migliore. Non ci saranno mai cose perfette, c’è sempre qualche aspetto che si può migliorare. Anche quando si termina una gara in prima e seconda posizione, una squadra può sempre trovare qualcosa che si sarebbe potuta fare in modo migliore. E’ una storia infinita. È importante iniziare bene, come sempre. In passato si poteva sempre sperare in un risultato importante anche quando la performance non era delle migliori perché c’erano sempre tanti ritiri su questa pista, ma adesso le monoposto sono a…prova di proiettile, non si può fare affidamento su imprevisti. Sarà un anno lungo, e dobbiamo cercare di confermarci al vertice con costanza, visto che è l’unico modo per competere per il titolo”.

FotoGallery