Boris Becker ammette: “Djokovic come Federer e Nadal? Loro sono anormali, ecco cosa serve davvero a Nole”

LaPresse/Reuters

Parlando dell’infortunio di Novak Djokovic, Boris Becker ha fatto un paragone particolare con Federer e Nadal, due che dai rispettivi infortuni sono tornati quasi ‘rinati’

Nonostante il recupero dall’infortunio al gomito procede bene, il ritorno in campo di Novak Djokovic è ancora incerto. Il suo ex coach, Boris Becker, parlando del suo possibile ritorni in campo ha fatto un paragone particolare con quanto di ‘anormale’ accaduto per Federer e Nadal. Roger e Rafa si sono presi del tempo per recuperare, fra lo scetticismo generale, ma sono tornati addirittura più forti. Secondo Becker per Djokovic sarà diverso, dovrà vincere una sfida principalmente mentale:

“non posso elogiare abbastanza Roger e Rafa. Quando ho sentito che entrambi si prendevano quattro, cinque, sei mesi di pausa, ero molto dubbioso sul fatto che Roger sarebbe tornato, soprattutto alla sua età e, nel caso di Rafa, data la natura del suo stile, lui è un giocatore molto fisico. Ma hanno dimostrato a tutti che si sbagliavano. Quanta determinazione, forza di volontà, disciplina, ma, in definitiva, l’amore per il gioco che devono avere perché sono campioni. Non avevano bisogno di tornare. Hanno fatto abbastanza soldi. Quindi l’unica ragione per cui sono tornati è che amano competere, amano il gioco. Una volta che si fermeranno, capiremo veramente cosa hanno realizzato. Djokovic come loro? Rafa e Roger hanno dato l’esempio, ma loro non sono normali. Di solito ci vuole tempo. La sfida più grande sarà quella mentale. Quando accetti di fare il lavoro sporco come la pratica del lunedì mattina, il primo e il secondo turno di tornei che devi vincere in condizioni di caldo o vento. Dicono che la quantità di tempo che sei stato fuori dal campo è la stessa che serve per tornare al tuo livello, spero non si così per Djokovic perché significherebbe la fine dell’anno. Sarebbe molto aspettarsi da lui una vittoria in un torneo del Grande Slam”.



FotoGallery