Rabbia Milan contro l’arbitro, Gattuso però dispensa stile: l’allenatore rossonero ‘grazia’ Eriksson… e Donnarumma

gattuso AFP/LaPresse

Nonostante si sia inventato il rigore realizzato da Welbeck, Eriksson ha ricevuto la comprensione di Gennaro Gattuso dopo l’eliminazione del Milan dall’Europa League

Gattuso

AFP PHOTO /Lapresse

Un rigore inventato e una papera di Donnarumma condannano il Milan all’eliminazione dall’Europa League, una serata amara per i rossoneri che cedono il passo all’Arsenal uscendo comunque a testa alta dalla competizione. Un boccone amaro da mandare giù, una sconfitta troppo dura nel punteggio per una squadra che ha comunque tenuto testa ai gunners per oltre 70 minuti. Gennaro Gattuso si mostra comunque orgoglioso dei suoi ragazzi, graziando di fatto l’arbitro Eriksson, colpevole di aver assegnato un rigore che definire inventato sarebbe un eufemismo:

“Sono orgoglioso dei miei ragazzi, questo passaggio di turno l’abbiamo perso a San Siro, non qua. Mi arrabbio quando si vede che si molla. Non dobbiamo svaccare o subire gol perché non c’è veemenza. Non voglio parlare degli episodi degli arbitri, come sbagliano i calciatori così fanno anche loro. Tutta la squadra sta alzando l’asticella, sono contento, è il percorso che dobbiamo fare. Ma sono molto arrabbiato per il 3-1, non dobbiamo dare la sensazione che lasciamo il campo. Non mi piace vedere una squadra vulnerabile. Obiettivo Champions? Prepariamo gara dopo gara e lavoriamo con serenità e lucidità. Non voglio sentire alibi. La gara l’abbiamo sbagliata a San Siro. Donnarumma? Gli dico di alzare la testa. Sbagliano i portieri e i grandi giocatori. Come si sbaglia un calcio di rigore o un gol a porta vuota, può sbagliare anche uno dei più forti portieri al mondo”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery