Ski marathon: aperte le danze della 35ª edizione della Gran Fondo Val Casies

Gran Fondo Val Casies Credits: Newspower.it

Iniziata la 35ª edizione del Gran Fondo Val Casies, la seconda ski-marathon più importante d’Italia

La Gran Fondo Val Casies, seconda ski-marathon più importante d’Italia nonché prestigiosa tappa Euroloppet, cui hanno preso parte in passato anche leggende del calibro di Bjørn Dæhlie e Ole Einar Bjørndalen, ha dato il via alle danze. Oggi in Val Casies (BZ) si è svolta la prima delle due giornate che animeranno il weekend della 35.a edizione, quella che vedeva i fondisti cimentarsi in tecnica classica. Di 30 o 42 km i percorsi, ed a trionfare in quest’ultimo è stato il campione olimpico del Team Futura Evgenj Dementiev (1:52.52), davanti a Francesco Ferrari (1:54.26) e Simone Bosin (1.54.42). Al femminile seconda posizione assoluta per Antonella Confortola (2:19.25) subito dietro a Franziska Müller (2:16.23), ma la gara della trentina è quella di domani in skating. Terza Chiara Caminada (2:22).

Riscatto azzurro nel percorso di 30 km grazie a Riccardo Mich (1:19.02), su Lorenzo Busin (1:19.05) e Manuel Amhof (1:19.11), mentre al femminile si è imposta un’incredula Federica Simeoni (1:41.14), davanti ad Ester Valle (1:45.09) e alla svizzera Melina Mayer (1:53.20). La bella vallata altoatesina innevata da cima a fondo ha dato il via alla contesa, lungo piste perfette e condizioni idilliache per competere. Una sfilata tra San Martino in Casies, Colle, Tesido e Santa Maddalena per assaporare la gioia di far fatica, toccando con mano l’impegno encomiabile dei 450 volontari coinvolti nell’organizzazione. La contesa parte subito a spron battuto, nonostante la neve fosse un po’ lenta a causa dell’umidità, con Dementiev nel gruppetto di testa seppur attardato di qualche posizione, la sesta per la precisione. Tra Colle di Dentro e Santa Maddalena il russo passa al comando e non ce n’è più per nessuno, giungendo in solitaria al traguardo e ha analizzato, come riportato dal comunicato:

“gara spettacolare sia per il tempo che per le condizioni della pista. È la prima volta per me qui a Casies, ma tornerò certamente”.

Dementiev è scappato sulle salite, con gli azzurri ad accusare il colpo e a battersela per il secondo e terzo posto, scollinando “a pari merito” a Santa Maddalena con Francesco Ferrari ad avere infine la meglio su Simone Bosin. Buona la progressione di Ferrari, sempre nel lotto di testa ma passato dalla quarta posizione alla terza e poi al secondo gradino del podio. Quella di Franziska Müller è stata invece una cavalcata in solitaria, ad eccezione del passaggio a Tesido in cui pagava qualcosa dalla Confortola, una conquista speculare a quella dello scorso anno, anche se in quel caso avvenne nella 30 km:

“Sono felicissima, non è stato facile ma gareggiare qui regala sempre soddisfazioni”.

Seconda Antonella Confortola, ma come detto la trentina è attesa protagonista anche domani in Coppa Italia:

“mi sono mancate le braccia, ho faticato sulla salita e ho dovuto limitare i danni. Bello essere qui con tutta questa gente”.

Chiara Caminada ha invece concluso in terza posizione, mai prima sul podio in pattinato e per la prima volta in classico.

Avvincente la prova di 30 km, con un “saggio” Riccardo Mich ad optare per il percorso corto evitando di fare i conti con l’agguerrito Dementiev, nonostante le discrete condizioni di forma ed un buon posizionamento al fatidico “bivio”. Un soddisfatto Lorenzo Busin ha perso un po’ il contatto nel finale, riuscendo comunque ad agguantare la seconda posizione, più “lineare” la prestazione di Amhof, terzo, così come quella della vincitrice della 30 km, Federica Simeoni, al comando dall’inizio alla fine e al traguardo tra l’incredulo e l’estasiato:

“non sapevo di essere prima, una sorpresa ricevere la corona, non so come esprimere la mia contentezza”.

La 30 km femminile è stata la gara dell’“inaspettato”, poiché anche Ester Valle ha chiuso con sorpresa in seconda posizione mentre la terza, la svizzera Melina Mayer, ha avuto bisogno di qualche minuto per riprendersi dalla gioia inattesa. In chiusura di giornata un altro successo con la Mini Val Casies, con tanti giovanissimi sugli sci. Domani si replica in tecnica libera sulle medesime distanze di 30 e 42 km, sfide da gustare anche in diretta Rai Sport dalle ore 9.20 alle ore 11.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery