Presidenza FIGC – Malagò ha deciso: Roberto Fabbricini commissario straordinario, al suo fianco Costacurta e Clarizia

Fabbricini Credits: Twitter @SigAlliance

Giovanni Malagò ha nominato Roberto Fabbricini commissario straordinario per la Presidenza della FIGC: al suo fianco Costacurta e Clarizia

Il flop dell’election day, 3 candidati in corsa e un nulla di fatto. Nel giorno delle elezioni per il nuovo Presidente della FIGC, che avrebbe dovuto prendere il posto del dimissionario Tavecchio, nessuno dei tre papabili candidati (Gravina, Sibilia e Tommasi) è riuscito ad ottenere la maggioranza dei voti per ricoprire la carica di Presidente. Nessuna alleanza e di accordi neanche l’ombra. Un trionfo di schede bianche e battibecchi mediatici ha portato verso la strada del commissariamento. Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, è stato dunque costretto ad intervenire per nominare un commissario straordinario in grado di occuparsi delle riforme necessarie per rinnovare il calcio italiano. La Giunta del Coni riunita quest’oggi al Foro Italico ha nominato Roberto Fabbricini come commissario straordinario, deputato al ‘rilancio’ del calcio italiano. Fabbricini sarà affiancato daI subcommissari Costacurta e Clarizia. Il commissariamento dovrebbe durare all’incirca 6 mesi, stando a quanto annunciato da Malagò in conferenza stampa, nonostante lo stesso Presidente del Coni non abbia negato la possibilità di una proroga:

“Nessuno è in grado di dire se i sei mesi sono sufficienti o sono troppi. Se necessario, la Giunta prorogherà il periodo di commissariamento”

Al termine della conferenza stampa tenuta da Malagò, è stato lo stesso Fabbricini a parlare, dando subito il primo annuncio nella nuova veste di commissario straordinario alla Presidenza della FIGC:

“potete capire la mia soddisfazione. E’ un grande onore, voi mi conoscete: essere al servizio dello sport è sempre stata la mia peculiarità. Devo dire grazie alla Giunta del Coni che mi ha espresso tanta fiducia e tanta stima, che ho sempre avvertito in questi cinque anni al fianco di Giovanni Malagò. Avrò bisogno dell’appoggio e dell’esperienza di tutti. Rinuncio alla Corea, quasi integralmente e questo per me vuol dire qualcosa, ma la fiducia ricevuta dalla Giunta mi aiuta. Non sono un carneade, chi pensa questo forse è entrato da poco nel mondo dello sport. Abbiamo un buffet apparecchiato e pieno di cose da fare, dobbiamo riuscirci con rapidità. Voglio avere un contatto con il mondo del calcio a tutto tondo: vogliamo fare in modo di riconsegnare una bella famiglia. Sono felice perchè c’è una squadra forte, che abbiamo condiviso e valutato con il presidente. Tutto il Coni è coinvolto in questo impegno: Malagò ha avuto la capacità di individuare le giuste figure. Costacurta non è una eccezione, ma un uomo di sport a tutto tondo: ha dalla sua una grande esperienza, necessaria in questo contesto. Il primo atto che ho intenzione di fare è quello di nominare il commissario della Lega di Serie A: sarà Giovanni Malagò, domani farò la delibera. Si avvarrà di due persone di comprovata capacità: l’attuale vice commissario della Lega, Paolo Nicoletti, e Bernardo Corradi“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15884 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016
Contact: Website


FotoGallery